Truffa delle banconote false: nei guai un 23enne francese. Sequestrati auto, contanti e un orologio di valore

Sabato 20 Novembre 2021
Foto di Niek Verlaan da Pixabay

VERONA - Si era presentato come Viktor Bakarian, manager di una società con sede a Londra, persona risultata poi inesistente, e aveva pagato con banconote false un orologio Franck Muller da 40mila euro: per questo - e per altre truffe - la Polizia ha sequestrato a un 23enne francese, nei giorni scorsi a Verona, una vettura, contanti e un orologio del valore complessivo di circa 90mila euro.

Tutto è partito dalla denuncia per truffa fatta lo scorso maggio da una donna a Milano per la vendita dell'orologio. La Squadra Mobile milanese ha scoperto che il nome dell'uomo era già emerso in un controllo svolto dai poliziotti del Commissariato Rho/Pero, a seguito del quale erano state denunciate due persone, con precedenti, in possesso di banconote palesemente false. Nello smartphone di uno dei due, gli agenti avevano trovato una chat in cui lui si presentava con quelle finte generalità e, nella quale, vi erano foto dell'orologio. Gli ulteriori accertamenti hanno permesso di verificare come il 23enne avesse architettato la truffa, contattando la donna, pattuendo il prezzo, nonché affittando un ufficio in via Costa. Dalle indagini sono emersi altri elementi a carico del 23enne, coinvolto in altre truffe tra la Liguria e Milano. L'Autorità Giudiziaria ha quindi emesso nei confronti dell'uomo un decreto di perquisizione, che ha portato al ritrovamento di somme in contanti e orologi di pregio. Di qui il sequestro di prevenzione, eseguito a Verona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA