Mercoledì 3 Aprile 2019, 00:00

«Battisti colpevole, ma no all'ergastolo». Parla il "maestro" dell'ex terrorista

«Battisti colpevole, no all'ergastolo»
Parla il "maestro" dell'ex terrorista

di Angela Pederiva

VERONA - Il passato che non passa ha il volto di un uomo seduto in salotto, nella sua casa in centro storico a Verona. I capelli grigi di un pensionato che è stato un giovane rivoluzionario del post Sessantotto. Lo sguardo mite di un condannato per banda armata che ha pagato il suo debito con la legge (tanto da ottenere la riabilitazione) ed è oggi un volontario cattolico sul fronte della giustizia (ma fuori dal carcere). Il sorriso timido che s'increspa in una smorfia di fastidio, ogni volta che il suo nome e il suo cognome vengono associati alla figura di Cesare Battisti. «Non mi sono mai nascosto, però basta, sono trascorsi quarant'anni», mormora Arrigo Cavallina, «l'ideologo dei Proletari armati per il comunismo», per citare un'altra delle etichette che gli stanno appiccicate addosso da quattro decenni. Ma sulle sue spalle grava appunto la dolorosa consapevolezza di essere stato colui che, nel penitenziario di Udine, nel 1976 politicizzò quello che fino ad allora era stato solo un delinquente comune. E così, a dieci giorni dalla confessione di Battisti, per la prima volta Cavallina accetta di parlarne pubblicamente con il Gazzettino.

LEGGI ANCHE Dagli espropri proletari agli omicidi, la carriera criminale del terrorista Cesare Battisti

GUARDA  Il video della consegna di Battisti all'Italia

Si è chiuso un cerchio?

«La confessione di Cesare non aggiunge niente alla verità storica. Oltre a non fare nomi, come d'altra parte facemmo anche noi dissociati, lui stesso non avrebbe da dire assolutamente nulla che non sia già noto. Ma è triste pensare che una storia si chiuda con la sepoltura di una persona, per quanto si sia comportata in modo sgradevole, dentro l'isolamento di un carcere. Del resto tutti gli ergastoli sono brutte chiusure».
 
 


Il video della cattura di Cesare Battisti in Bolivia: passeggia tranquillo qualche attimo prima


CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Battisti colpevole, ma no all'ergastolo». Parla il "maestro" dell'ex terrorista
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 43 commenti presenti
2019-04-07 15:29:23
...i fumosi pseudo intellettuali che hanno ammazzato per….allegria...…?...ma perché non tacciono per sempre…..?...ma perché si da loro visibilità e risonanza…..?....a questi balordi e mai pentiti….?....solo in Italia …..non li hanno "suicidati" come in Germania on Francia, cosi' buona con gli altri….ma non con i suoi….….?
2019-04-06 22:00:46
Anche per me non merita l'ergastolo, merita la pena di morte.
2019-04-04 13:20:53
Hanno ammazzato,hanno spinto altri con piccolo cervello ad ammazzare e proprio come pol-pot moriranno liberi e nel loro letto! Chi e' che continua a sostenere questa feccia?
2019-04-04 07:13:17
Vero, l'ergastolo è una barbarie assoluta. Un'iniezione e via: si risolve il problema, si fa Giustizia e si risparmiano anche parecchi soldini.
2019-04-04 13:17:21
In Europa sono vietate le somministrazioni di farmaci per causare la morte. Persino in USA hanno problemi di scorte. Rilanciamo con la fucilazione o con l'impiccagione tanto per evidenziare quanto il Paese in mano alle destre alle vongole sia molto più vicino alle teocrazie islamiche che non allo Stato di Diritto???