Lunedì 14 Gennaio 2019, 00:00

Dagli espropri proletari agli omicidi nei negozi la carriera di un criminale

Dagli espropri proletari  agli omicidi nei negozi  la carriera di un criminale
IL PERSONAGGIOROMA Condannato dalla giustizia italiana, osannato dagli intellettuali della gauche francese, graziato dalla politica brasiliana. Una vita in fuga, da latitante, che Cesare Battisti ha anche raccontato in uno dei suoi romanzi: «Ma Cavale» - scriveva - la «Mia fuga», appunto. L'ex leader dei Proletari armati per il Comunismo, uno dei terroristi degli anni di piombo, dopo più di quarant'anni trascorsi a fuggire ora deve scontare l'ergastolo per quattro omicidi.Nato a Cisterna di Latina nel 1954, inizia a impugnare la pistola...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dagli espropri proletari agli omicidi nei negozi la carriera di un criminale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER