Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Addio a William Massimo: morto a 56 anni lo storico fornaio del paese

Domenica 7 Agosto 2022 di C.Pel.
William massimo Cella e lo storico panificio di famiglia a Jesolo

TORRE DI MOSTO - Cordoglio nelle comunità torresana e jesolana per la scomparsa del panettiere William Massimo Cella. Aveva 56 anni e da tempo combatteva contro una malattia degenerativa sulla quale non è riuscito ad avere la meglio. È mancato all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato da alcune settimane. Massimo aveva seguito le orme dei fratelli e dei genitori lavorando nel settore della panificazione e dei prodotti da forno. La famiglia Cella, molto conosciuta e stimata in tutto il territorio, da ben tre generazioni opera nel settore a Torre di Mosto e da oltre 70 anni anche a Jesolo.

Proprio a Jesolo Massimo aveva lavorato come panificatore, fin dall'età di vent'anni, aiutando i fratelli nell'attività di famiglia. Poi il destino ha deciso diversamente. Un destino che più volte, però, si è accanito contro la famiglia Cella che negli ultimi cinque anni si è trovata a dare l'ultimo saluto a tre dei cinque figli. Nel 2017 a mancare era stato il fratello Igor, strappato alla vita ad appena 41 anni da una malattia. Nel 2019, poi, un malore si era portato via Francesco, mentre era intento a preparare il pane nel retrobottega dell'attività Jesolana. Ora il fato crudele ha deciso di sottrarre all'affetto dei cari anche Massimo, che lascia i genitori Daniela e Fulvio, oltre ai due fratelli Fabio e Giovanni. I funerali saranno celebrati giovedì 11 agosto, alle 17, nella chiesa di Torre di Mosto.
 

Ultimo aggiornamento: 18:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci