Cani liberi in spiaggia? Vietatissimo, multe salate. Zaia: andateci piano

PER APPROFONDIRE: cani, jesolo, multe, spiaggia
Cani liberi in spiaggia? Vietatissimo, multe salate. Zaia: andateci piano

di Giuseppe Babbo

JESOLO - Cani lasciati liberi in spiaggia senza museruola o guinzaglio, già scattati i controlli e le multe della Polizia locale. Si tratta di un modo per contrastare la pessima abitudine di chi lascia libero di scorrazzare sulla spiaggia il proprio cane incurante della presenza di altre persone, bambini compresi. E magari senza nemmeno raccogliere le deiezioni lasciate tranquillamente sulla sabbia. Situazioni cicliche che si intensificano soprattutto nei fine settimana primaverili o comunque nella giornate di inizio stagione, come accaduto domenica scorsa, quando in città sono arrivati numerosi pendolari. Puntuali sono scattati i controlli e di conseguenza anche le prime sanzioni dei vigili.

In particolare gli agenti hanno pizzicato una donna residente nella provincia di Treviso mentre passeggiava con i suoi due cani, entrambi di taglia media, lasciati però liberi di correre sull'arenile senza guinzaglio. Fermata e identificata, la donna è stata multata con una sanzione amministrativa di 200 euro. Si tratta comunque dell'unico episodio riscontrato dagli agenti, ma le segnalazioni di cani lasciati liberi non sono mancate nemmeno nei giorni scorsi, soprattutto tra chi teme che questo tipo di situazioni possa generare un pericolo in particolare per i bambini che giocano o comunque per chi passeggia sul lungomare. Del resto in passato non sono mancati episodi di persone assalite proprio dai cani lasciati liberi: il caso più eclatante è stato quello dai danni dell'ex consigliere provinciale Andrea Tomei.


«I cani, almeno nei periodi fuori stagione, non credo debbano essere un problema se vengono lasciati liberi su una spiaggia, soprattutto se messi in sicurezza e seguiti da proprietari attenti e rispettosi. Le maxi multe mi sembrano un'esagerazione». Con queste parole il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia entra nel dibattito, molto acceso sui social, dopo che, sulla spiaggia di Jesolo, una signora è stata multata di duecento euro perché lasciava il suo cane in libertà lungo il litorale. «Non vorrei - aggiunge Zaia - che, nel nome del politically correct, Jesolo finisse per apparire come la località dei divieti».

Immediata la risposta del sindaco Zoggia. «Naturalmente ho piacere che il Presidente della Regione si occupi delle problematiche dei Comuni della costa, anche se avrei preferito che erosione e ripascimento avessero priorità rispetto alle multe fatte ai proprietari dei cani».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 21 Febbraio 2017, 13:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cani liberi in spiaggia? Vietatissimo, multe salate. Zaia: andateci piano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 39 commenti presenti
2017-02-22 18:01:09
La polizia locale di Jesolo fa multe a go go ...dopotutto l'acqua potabile in spiaggia è gratis.Bisognerà pur pagarla in qualche modo!!!
2017-02-22 13:39:07
Per Nibbio Reale. Ben magra consolazione.
2017-02-22 13:34:06
i bisognini non sono solo dei cani, ma anche degli umani, basta vedere anche nelle città dove abitiamo.
2017-02-22 13:23:39
... si usi il buon senso e tutto si appianerà.. i cani sono i migliori amici dell'uomo e certo non si adombreranno per qualche regola basata sull'intelligenza, moderazione e ragione..
2017-02-22 12:56:09
"Contromano, a luci spente guida l'Ape sul raccordo autostradale" - Apparentemente non c'entra ma fa riflettere. I cani vanno tenuti al guinzaglio, tutti, il resto lo devono fare i loro padroni, cosa che troppo spesso non succede, infatti le disattenzioni sono troppe e non c'è verso di risolverle. Enrico, di quei 20, ne trattenga uno per attrezzare aree per i cani e contemporaneamente per indire dei corsi sulle specie viventi e loro priorità.