Rotatorie come rampe di lancio: le auto volano in fosso o contro un cancello e poi fuggono

Lunedì 15 Novembre 2021 di Redazione Mestre
DON PERON La Lancia Y finita in fosso ieri dopo aver scavalcato una rotatoria. Il conducente è risultato positivo all alcol test
4

MESTRE - Una serie di incidenti che ha costretto gli agenti del reparto motorizzato della polizia locale di Venezia a una notte di superlavoro.
Il più curioso quello avvenuto intorno alle 3 del mattino in via del Parroco a Chirignago: un’auto, infatti, arrivata a tutta velocità (la stradina è stretta e tortuosa) è uscita di strada scavalcando una rotatoria per poi schiantarsi contro un cancello condominiale, sradicandolo dalla sede. Uno dei residenti, sentito il botto, è uscito subito ma l’auto è riuscita comunque a fuggire lasciando sul posto, però, decine di pezzi. La polizia locale sta indagando sull’accaduto: grazie alle immagini delle telecamere della zona, la ricerca non dovrebbe durare molto, anche perché pare che il veicolo in fuga sia stato già identificato.


L’ipotesi è che chi è fuggito avesse alzato un po’ troppo il gomito: spesso, chi evita di farsi trovare sul posto in questi casi, lo fa perché vuole mascherare uno stato psicofisico poco idoneo alla guida. È un dato, peraltro, che nell’ultimo periodo le fughe dal luogo degli incidenti siano in costante aumento. Il paradosso è che in nove casi su dieci la polizia locale arriva comunque a risalire ai responsabili, grazie da una parte alla rete costruita con i carrozzieri che comunicano ogni danno sospetto, dall’altra dalle telecamere dei sistemi di videosorveglianza che difficilmente perdono un colpo quando si tratta di immortalare una targa. 


LE CAUSE 
Molto spesso, come si diceva prima, l’alcol è la principale ragione per cui si cerca di farla franca. Da capire se sia anche questo il caso.
E l’alcol è stato la causa anche di un altro incidente, ieri, in via Don Peron, dove un uomo alla guida di una Lancia Y è finito in fosso dopo aver scavalcato una rotatoria che ha fatto da trampolino. L’uomo alla guida è uscito illeso dallo schianto. 


Illese anche le due persone protagoniste di un frontale, sempre sabato notte, sul cavalcavia di via Da Verrazzano. La dinamica al momento è al vaglio della polizia locale, quel che è certo è che una Mitsubishi Space e una Smart si sono ritrovate l’una contro l’altra. Uno dei due ha ovviamente saltato la precedenza, starà ai vigili capire chi. Fortunatamente anche in questo caso gli occupanti di entrambe sono usciti dagli abitacoli illesi.

Ultimo aggiornamento: 17:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA