L'hotel moresco Casa Bianca al Mare torna a splendere a Jesolo, qui in soggiorno D'Annunzio, Mina, i ​Rolling Stones... Foto

Martedì 3 Agosto 2021
L'hotel moresco Casa Bianca al Mare torna a splendere
1

JESOLO - Uno dei simboli della sua rinascita è l'opera dello scultore polacco Igor Mitoraj esposta sulla terrazza affacciata sul mare. Nuova vita per lo storico hotel Casa Bianca al Mare, acquistato nel 2020 da Mario Moretti Polegato, affidato in gestione alla famiglia Menazza, conosciuta a Jesolo per l'hotellerie d'eccellenza. Alla base di tutto una scelta di cuore, quella effettuata dal patron di Geox, che qui ha legato i ricordi della sua infanzia e che nel pieno di una pandemia ha riportato ai fasti di un tempo uno degli hotel più prestigiosi dell'intero litorale veneziano.

Storico hotel in stile moresco, costruito su un'antica casa signorile risalente al 1923, il tempo sembra essersi fermato, evocando i ricordi della dolce vita, con i soggiorni del poeta Gabriele D'Annunzio. Ma anche di Mina, Alberto Sordi e Domenico Modugno. Oppure Ray Charles e i Rolling Stones. Diventato set per il film Americano rosso con Fabrizio Bentivoglio e Sabrina Ferilli nel 1991, oggi gli ospiti illustri sono i rappresentanti dell'industria e dell'imprenditoria ma anche volti noti dello spettacolo e dello sport. Un rilancio che vuole essere una spinta per l'intera città, per sviluppare un nuovo modello di turismo e che nei mesi scorsi ha dato il via ai primi lavori di restauro. Ad essere rifatta è stata l'ala est, il prossimo anno toccherà a quella ovest. E poi alla realizzazione di una Spa.  Tra gli obiettivi c'è anche la realizzazione del primo rooftop bar di Jesolo, ovvero un bar panoramico affacciato sulla spiaggia, utilizzando l'esclusiva terrazza all'ultimo piano. Nuovo anche l'esclusivo ristorante Amarmio, gestito dall'executive chef Paolo Businaro: aperto anche gli ospiti esterni, in pochi mesi ha conquistato la prima forchetta di Gambero Rosso e nei weekend vanta una lista d'attesa di un paio di settimane. 

 


PROGETTI

«Abbiamo rinnovato il ristorante spiega il gestore Daniel Menazza creando nuovi spazi e realizzando una struttura che nei mesi invernali si può chiudere ma senza perdere il fascino di essere affacciati sul mare grazie alle ampie vetrate. Puntiamo all'allungamento stagionale, per farlo servono servizi e strutture adeguate. Abbiamo migliorato gli spazi e creato nuove aree verdi. Ma questo rinnovo è solo il primo passo, il restauro continuerà con il recupero dell'ala ovest e un ulteriore rinnovo del ristorante con la cucina che diventerà a vista. Vogliamo festeggiare i 100 anni nel migliore dei modi, con un rilancio completo dell'intera struttura». 
Insomma, un ritorno allo splendore degli anni passati puntando ad una clientele d'élite. «Per la mia famiglia conclude Daniel Menazza gestire questo hotel era un sogno, per la precisione di mio padre, per questo io e mio fratello Igor abbiamo fatto il possibile per realizzarlo. E' stato fondamentale il contributo di Moretti Polegato. Non c'è solo il rilancio della struttura, ma anche della sua storia e di riflesso di una parte dell'offerta turistica della nostra città, sul quale tutti devono credere». (g.bab.)

Ultimo aggiornamento: 21:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA