Venerdì 16 Agosto 2019, 22:04

Barchini sfrecciano come bolidi in laguna: alla guida ragazzi anche di 16 anni

PER APPROFONDIRE: barchini, bolidi, gare
Barchini, ritornano le polemiche
VENEZIA - Che un’ordinanza aggiornata sul moto ondoso e soprattutto tanti controlli sulla velocità siano necessari è un dato di fatto. Non ci sono solo i taxi e assimilati a correre a più non posso in laguna. Esistono anche flotte di barchini “senza patente” con motori da mille centimetri cubi utilizzabili in un’automobile che vengono portati a 60 cavalli e oltre e volano letteralmente sull’acqua. Lo fanno di giorno e lo fanno di notte. Corrono singolarmente e corrono anche in gruppi da due, dando l’impressione di fare delle vere e proprie gare clandestine di velocità. Per lo più i protagonisti di queste continue incursioni irresponsabili hanno tra i 16 e i 22 anni: corrono in mezzo alle barche, si mettono a cavalcioni del motore come se questo fosse uno stallone da domare, volano di notte a luci spente e passano ad ogni ora accanto alle motonavi spruzzando i turisti provenienti da Punta Sabbioni che di solito se la cavano con una risata. Non c’è però niente da ridere, perché dietro ad ognuno di questi
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Barchini sfrecciano come bolidi in laguna: alla guida ragazzi anche di 16 anni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 21 commenti presenti
2019-08-17 17:37:45
Si chiama "benessere" "ricchezza", se vi capita andate un giorno in laguna, anche a Fusina con la bici, vedrete che si sono non centinaia , ma migliaia di barchini, barchette, topi, cutter, yotch, cabinati, da Chioggia a Porte Grandi è tutto un pullulare di eliche, che detto tra noi hanno contribuito al pari dell'inquinamento a far morire la laguna, ma questo è il benessere , non servono ne controlli, ne proclami, prima o poi passerà, ma la vedo dura.
2019-08-18 09:01:30
Dubito che si tratti di ricchezza. Ricordo che un tempo- parlo tra gli anni Cinquanta e Settanta- anche statali e bancari non si facevano mancare nulla, ed era normarle d'estate trascorrere un mese in capanna al Lido con la famiglia e un mese in montagna. I veneziani la barca l'hanno sempre avuta, perché è come aver la macchina in terraferma. Non capisco se lei auspichi la fine di quello che chiama benessere o l'inquinamento in laguna, che non vanno di pari passo. La principale fonte di inquinamento dell'acqua, della terra e dell'aria del nostro delicato ecosistema è stata Marghera, di certo non le barche private. Adesso c'è il turismo di massa a far disastri, con l'aumento sconsiderato non solo della gente maleducata ma dei mezzi per trasportarla: taxi, lancioni, vaporetti, navi... I natanti privati non sono nulla a confronto, anche se ci dovrebbero essere dei regolamenti per limitarne la circolazione in laguna solo a quelli tradizionali a fondo piatto, a remi o con minime motorizzazioni. Motoscafi, open, cabinati e gommoni non dovrebbero essere ammessi. Il fatto è che la gente compra quelli perché i cantieri artigiani son sempre meno e l'industria sforna di continuo barche di vetroresina. Inoltre affrontare in sandolo o in sanpierota le onde dei lancioni e dei taxi pieni di turisti non è affatto piacevole.
2019-08-17 16:18:00
Ma non sara' mica una novita'. Sono anni e anni che giovanissimi si comportano cosi'. Controlli zero, anzi meno di zero. Questa e' la giunta Brugnaro, mica una giunta qualsiasi.
2019-08-17 20:54:10
guarda bello mio che l'unica colpa della giunta brugnaro è quella di non riuscire a far lavorare decentemente il corpo dei vigili urbani. ormai l'impresa più grande da fare in italia è quella di far lavorare l'apparato statale
2019-08-17 14:53:59
Non si capisce perche mare aperto o sentieri di montagna siano considerati terreno franco per scorribande di barchini o mountain bikes elettriche....o motoslitte in inverno.