Deficit visivo dopo la cura dermatologica: vince la causa dopo 20 anni

Deficit visivo dopo la cura dermatologica: vince la causa dopo 20 anni

di Gianluca Amadori

VENEZIA - Una cura a base di clorochina, prescritta per curare problemi dermatologici e assunta per lungo tempo a partire al 1980, provocò un grave deficit visivo per il quale, un paziente veneziano ha chiesto di essere risarcito
Finalmente, a conclusione di una causa proseguita per quasi vent'anni, la Corte di Cassazione ha posto la parola fine al contenzioso giudiziario, riconoscendo all'uomo il diritto ad un risarcimento più alto di quello stabilito nel 2014 dai giudici della Corte d'appello civile di Venezia. Il professor Roberto Bassi, ex primario di Dermatologia dell'ospedale Civile di Venezia e le Assicurazioni generali sono stati condannati a versare al paziente una somma che, dopo i necessari conteggi risulta superiore ai 160 mila euro...


 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 15 Aprile 2018, 11:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Deficit visivo dopo la cura dermatologica: vince la causa dopo 20 anni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-04-23 17:28:08
Molti contenziosi con leggi inequivocabili vanno risolti nelle caserme di Polizia. Esempio sulla strada le violazioni chi le contravvenziona? Quindi, si smaltiscano i contenziosi facendo applicare la LEGGE, non con le cause, tranne che la legge non sia AMBIGUA; Capito mi hai? Quanti soldi ragazzi ci "fregano"!
2018-04-16 19:07:12
Quanto mi costi!
2018-04-15 16:05:29
Facciamo quasi 40 anni...
2018-04-15 12:04:17
Una causa partita nel 1980? E questa la si chiama giustizia, solo ora l'assicurazione obbligata a pagare dopo la sentenza della Cassazione? Dietro tutto ciò ci sarà sicuramente una gran sofferenza e grandi sacrifici, dato che gli avvocati non lavorano gratis. Questi 3 gradi di giudizio intasano i tribunali, umiliano gli innocenti e creano alibi decennali ai colpevoli. Chi ci guadagna da tutto ciò? La potente lobby dei giuristi.