Contraffazione, 1 prodotto comprato
su 3 è "taroccato". Venezia boom

Martedì 26 Novembre 2019
Contraffazione, 1 prodotto comprato su 3 è "taroccato". Venezia boom
2

VENEZIA - In Italia la contraffazione è in continua crescita. Non fa eccezione il Nordest, che, se registra percentuali inferiori rispetto al dato nazionale sull'acquisto di prodotti e servizi illegali, vede la città di Venezia allineata alla percentuale italiana. È quello che emerge dal Rapporto di Confcommercio realizzato in collaborazione con Format Research e presentato oggi in occasione della Giornata nazionale «Legalità ci piace!», giunta alla 7° edizione.

Secondo i dati, nel capoluogo lagunare, la percentuale di consumatori che nel 2019 hanno effettuato acquisti di prodotti contraffatti, è del 30,4% (contro il 30,5% del nazionale). In sostanza, quasi un consumatore su tre ha comprato un prodotto contraffatto o usufruito di servizi erogati da soggetti non autorizzati (ad esempio ha usato mezzi di trasporto o alloggiato in strutture abusive).

«La battaglia di Confcommercio è sempre stata per il rispetto delle regole. Non parliamo solo di merce contraffatta, ma anche di servizi che il consumatore acquista pensando di risparmiare e di correre rischi contenuti, salvo poi prendere delle sonore cantonate - dichiara il presidente di Confcommercio Veneto Massimo Zanon - Spesso queste leggerezze si pagano a caro prezzo. Ed è quello che stiamo sottolineando da anni, con campagne mirate e costanti, e iniziative anche culturali messe in campo nel settore dell'abbigliamento. Basti pensare a quelle realizzate con il Tavolo regionale della Moda. Abusivismo e contraffazione danneggiano tutto il tessuto economico, da quello produttivo al commercio».

Ultimo aggiornamento: 14:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA