Galimberti, i sindacati in allarme «A rischio anche i negozi friulani»

PER APPROFONDIRE: euronics, friuli, negozi, rischio
Galimberti, i sindacati in allarme «A rischio anche i negozi friulani»

di Camilla De Mori

UDINE - I sindacati lanciano l'allarme per il futuro dei lavoratori dei punti vendita Euronics Galimberti di Udine, Fiume Veneto e Trieste. In totale, calcola Fabiano D'Elia, sindacalista della Fisascat Cisl, che sta seguendo la vicenda in stretto contatto con i colleghi della parte nazionale, in Friuli Venezia Giulia si tratterebbe di «circa 60 dipendenti fra full time e part time».

In particolare, nel negozio del capoluogo friulano, ospitato al Terminal Nord alle porte di Udine, si parla di 16 lavoratori, di cui tre part-time, mentre nel punto vendita della Destra Tagliamento, inserito nella galleria del centro commerciale Emisfero, i dipendenti sarebbero 17, di cui uno a tempo parziale. L'altro store in regione è quello di Trieste, al centro commerciale Il Giulia. La Galimberti spa, con quartier generale a Limbiate in Lombardia, sottolinea D'Elia, «ha 75 punti vendita a livello nazionale  per un totale di circa 500 dipendenti». Come si legge sul portale dell'azienda, il gruppo Galimberti, un colosso del settore in Italia, specializzato nella vendita al dettaglio e all'ingrosso di elettrodomestici ed elettronica di consumo, è nato nel 1954: è della seconda metà degli anni Settanta il lancio - con altri soci - di Get, oggi Euronics, il primo gruppo di acquisto a livello nazionale dedicato agli elettrodomestici...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Febbraio 2018, 12:13






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Galimberti, i sindacati in allarme «A rischio anche i negozi friulani»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti