Droga, ubriachi e pregiudicati: maxi-controlli a Borgo Stazione

Domenica 19 Gennaio 2020
Droga, ubriachi e pregiudicati: maxi-controlli a Borgo Stazione
UDINE - Droga abbandonata a terra o nascosta, cibo scaduto nei locali, pregiudicati e ubriachi alla guida. Hanno trovato un po' di tutto i Carabinieri impegnati nella tarda serata di venerdì nella serie di maxi-controlli disposti in Borgo Stazione, con l'obiettivo di monitorare la situazione, sia sul fronte dell'ordine pubblico, sia per verificare la presenza di cittadini stranieri irregolari, reprimere lo spaccio di stupefacenti e la microcriminalità. Dopo le risse, gli accoltellamenti e le aggressioni registrate nelle ultime settimane a cavallo tra la fine del 2019 e l'inizio del 2020 quindi è arrivata un'ulteriore dura risposta delle forze dell'ordine, con il quartiere delle Magnolie nuovamente passato al setaccio, così come capita periodicamente. Il bilancio alla fine dell'operazione, messa in atto dalle 19 alle 23 lungo via Roma, viale Europa Unita, via Leopardi, piazzale della Repubblica, via Carducci, ha portato al controllo di 130 persone, di 25 auto e 3 locali, con sette persone denunciate. Il servizio di controllo straordinario del territorio è stato eseguito dai Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Udine guidato dal tenente Antonio Tomaiuolo e delle Stazioni di Feletto Umberto, Martignacco, Udine Est, con il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Udine, e i Nuclei dell'Arma Ispettorato del Lavoro e Nas di Udine e del Nucleo Cinofili di Torreglia (Padova). All'esito dell'attività, i militari dell'Arma hanno denunciato il gestore del Pullman Bar di via Leopardi, un cittadino cinese di 50 anni, dopo aver riscontrato una serie di irregolarità amministrative e penali: frode in commercio, carenti condizioni igienico sanitarie dei locali, mancata tracciabilità e cattivo stato di conservazione degli alimenti, che venivano sequestrati e l'installazione, senza autorizzazione, di un impianto di videosorveglianza. 

LOCALE
Per il locale, già in passato, finito sotto la lente delle forze dell'ordine, è stata proposta alla Questura la chiusura per violazione dell'articolo 100 del Tulps, vista la presenza al suo interno di numerosi pregiudicati. Nell'area antistante il locale, i Carabinieri tra l'altro hanno rinvenuto anche 16 grammi di hashish abbandonato dagli avventori. Altra sostanza stupefacente è stata trovata abbandonata dagli avventori anche davanti a un altro bar - 1,60 grammi di hashish e 0,55 di marijuana - e nella toilette di un terzo locale di via Roma (0,2 grammi di hashish). I carabinieri hanno inoltre denunciato due donne rispettivamente di 52 e 35 anni, originarie della Bulgaria e Romania, per violazione del divieto di ritorno a Udine; un uomo di 39 anni, cittadino nigeriano, è finito nei guai per inottemperanza al decreto di espulsione emesso dal Questore e tre persone, cittadini italiani, di 23, 26 e 32 anni, sono stati pizziccati ubriachi alla guida e quindi sanzionati per guida in stato di ebbrezza. I Carabinieri hanno infine applicato 7 contravvenzioni al Codice della Strada e comminato 2.500 euro di sanzioni amministrative per irregolarità igienico-sanitarie. Degli esiti dell'intera operazione i Carabinieri del Norm e dei Nas hanno informato l'autorità giudiziaria e l'azienda sanitaria Friuli Centrale. © RIPRODUZIONE RISERVATA