Le ville sul Terraglio e dintorni. Dimore storiche di imprenditori, vip e politici: dove sono e chi ci abita

Venerdì 19 Novembre 2021 di Elena Filini
Le ville sul Terraglio e dintorni. Dimore storiche di imprenditori, vip e politici: dove sono e chi ci abita
2

MOGLIANO VENETO - Imprenditori, vip e politici. Sempre più orientati verso Mogliano e le ville del territorio. Dai Giol al petroliere Miotto, sempre più veneziani scelgono di risiedere lungo il Terraglio. La tradizione delle villeggiature si trasforma quindi in domicilio. Ma se la strada napoleonica riacquista il suo charme pone oggi temi legati alla costruzione di queste dimore signorili che punteggiano la campagna verso la Laguna e che diventano sempre più appetibili alla criminalità dell'est.

Le ville sul Terraglio: di chi sono?

La storia di queste ville è la storia stessa della Serenissima che, spostati gli interessi dai commerci con l'Oriente acquistò i terreni nella terraferma. Tra il 1600 e il 1800 vennero costruite numerose ville, che avevano la duplice funzione di residenza estiva dei nobili e di centro dell'azienda agricola circostante. E molti di questi gioielli nel corso del Novecento furono recuperati e ritornarono ad essere abitati. Ci sono Ville scelte da artisti, è il caso della Marignana che divenne la casa dello scultore Toni Benetton ed oggi sede di un museo. O veri e propri capolavori, come villa Morosini-Gatterburg, Volpi di Misurata, costruita nel seicento. Nel 1799 l'erede Elisabetta Morosini sposò il conte austriaco Paolo Antonio Gatterburg. Ai Morosini-Gatterbug si devono gli interventi più significativi: nel corso dell'Ottocento fu rifatta la facciata e costruita la cappella, mentre dall'antico mulino posto a sud del Dese venne ricavato un vasto rustico. Nel maggio 1849 la villa ospitò i giovani Ranieri Ferdinando d'Asburgo-Lorena e Ferdinando Carlo Vittorio d'Asburgo-Este, giunti per assistere alla caduta di forte Marghera. Nel 1904 il complesso venne acquistato dall'industriale Giuseppe Volpi. Durante la prima guerra mondiale ospitò un ospedale militare e durante la seconda fu sede di vari comandi. Adibita poi ad asilo infantile, è stata recuperata solo di recente dopo l'acquisto da parte dei Furlanis.

Banditi nella villa del petroliere Miotto: tenuti in ostaggio con le armi, svuotate le cassaforti «È stato terribile abbiamo ubbidito senza fiatare»

Video


Dimore storiche a Mogliano e dintorni

Ma nel territorio moglianese c'è anche Villa Tiepolo, Sanudo, Contarini, Padoan, Zennaro, adiacente a villa Volpi. Villa seicentesca grazie ai Contarini ottiene l'attuale aspetto nel 1723. Dalla fine del Settecento fu dei Bertoli, quindi dei Mantovani, dei Bonaventura, dei Padoan e degli Zennaro. Dagli anni Sessanta la villa diventò albergo, e oggi ospita un poliambulatorio. Ma a Mogliano ha sede anche Villa Condulmer, dove Giuseppe Verdi riscrisse la Traviata e che oggi è di proprietà dell'industriale Enrico Maria Monti e della showgirl Sabrina Salerno. Villa Codognato, Buratti, Coin, Tegon fu acquistata nel 1835 da Arcangela Brinis, vedova del poeta vernacolo Pietro Buratti, e fu quindi ereditata dal figlio Antonio. Nell'aprile del 1848 vi fu ospitato il generale Giovanni Durando che si apprestava a soccorrere i patrioti veneti in vista del ritorno degli Austriaci. C'è poi Villa Marcello Giustinian, oggi adibita ad albergo. Sempre qui ha sede la villa vincitrice ai Luxury Lifestyle Award 2021, opera dell' architetto Filippo Caprioglio. Premiata a New York la prestigiosa abitazione interpreta nel nuovo millennio la tradizione di dimora d'elite nel territorio moglianese.

Ultimo aggiornamento: 08:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA