Martedì 21 Maggio 2019, 12:20

Gli scritti di Maicol contro i suoi presunti stalker: commozione in aula

Maicol nelle foto di Bruno Megarese
Maicol Zanella non c'è più ormai da più di 3 anni (trovata morta in casa per cause naturali), ma, per lei, ieri in aula, hanno parlato i suoi manoscritti. Lettere al suo presunto stalker o semplici appunti in cui la ragazza, che sarebbe stata perseguitata per anni dal suo datore di lavoro, si sfogava. «Mi hai detto "metto una bomba ai tuoi genitori"», scriveva. I fogli erano in un plico sigillato, corpo di reato, nel processo che si sta celebrando a Belluno. Le parole di Maicol (parte offesa...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Gli scritti di Maicol contro i suoi presunti stalker: commozione in aula
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti