Lap dancer circuisce l'operaio:
«Ti amo». E gli spilla 35mila euro

Venerdì 3 Ottobre 2014 di Gabriele Zanchin
16
CASTELLO DI GODEGO - Un bacio e una lacrimuccia sono bastati per spillare 35mila euro e una collanina d’oro all’incauto operaio di Battaglia Terme (Padova) che si era invaghito di lei, 27enne romena e ballerina di lap dance.

Ma solo l’avidità della ragazza, che ha preteso altri 5mila euro per restituire la collanina, ha portato l’uomo a segnalare i fatti ai carabinieri, avviando di fatto le indagini. Chiuse pochi giorni fa con una denuncia per tentata estorsione ai danni della ballerina. I protagonisti di questa vicenda, iniziata bene e finita malissimo, sono appunto un operaio padovano di 46 anni, celibe, e una romena residente a Castello di Godego.

I due si sono conosciuti in un night club. L’operaio è rimasto folgorato dalla bellezza della giovane che, agitandosi in maniera sensuale sul palco, gli ha fatto letteralmente perdere la testa. L’uomo ha così iniziato a corteggiarla, attenzioni tutt’altro che rispedite al mittente. Anche perchè qualunque richiesta lei avanzasse, lui era pronto a esaudirla, in attesa di un incontro amoroso che però non è mai arrivato. Un copione abbastanza scontato: la ballerina sfuggente e sempre in giro per lavoro, si faceva viva solo per chiedere soldi. O per la famiglia in Romania, o per un parente in difficoltà, o per comprarsi una nuova maglietta. L’operaio, invece, assecondava con docilità tutte le richieste, al punto da aver tirato fuori in pochi mesi qualcosa come 35mila euro. Sesso? Neanche a parlarne. Ma pegni d’amore, quelli sì. Uno per tutti, lo scambio delle rispettive collanine. Peccato che l’uomo abbia regalato all’amata un gioiello d’oro ricevendo un braccialetto di bigiotteria. Ed è stata questa grossolana patacca a fargli aprire definitivamente gli occhi sulla natura della loro relazione. Il 46enne ha pertanto chiesto la restituzione del pegno. «Va bene -gli ha risposto la ragazza- ma se la vuoi indietro mi dai 5mila euro». La denuncia ai carabinieri è scattata proprio dopo questa richiesta grondante sentimento. Gli uomini del capitano Salvatore Gibilisco e del luogotenente Antonio Currò hanno trovato subito conferme sul rapporto fra i due. E, dopo diversi pedinamenti per vie e piazze di Castelfranco, hanno fatto scattare la trappola bloccando la ballerina romena nell’atto di intascare il contante in cambio della famosa collanina. Magra soddisfazione per l’innamorato che non rivedrà mai più nè lei, nè i 35mila euro sacrificati sull’altare di un amore fasullo. © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci