Torna "Gaibledon", il primo torneo di tennis femminile su erba in Italia

Sabato 28 Maggio 2022 di Cristiano Aggio
Una partita sui campi in erba di Gaiba

GAIBA -  Sarà un tabellone che vedrà tenniste tra le migliori 200 del mondo per sfidarsi (32 nel singolare e 16 coppie nel doppio), al Veneto Open Internazionali Confindustria Venezia e Rovigo al tennis club di Gaiba, dal 13 al 19 giugno. “Gaibledon”, è il primo torneo di tennis femminile internazionale organizzato in Italia su erba naturale, un Wta 125, Women’s tennis association (corrispettivo femminile dell’Atp) con montepremi di 115 mila dollari (alla vincitrice andranno 15 mila dollari, alla finalista di 8mila e cinquecento). Ad assistere alla finale ci sarà la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, che premierà le finaliste consegnando un trofeo in edizione unica realizzato dai maestri vetrai di Murano.


160 i punti che andranno alla vincitrice (95 alla finalista) per raggiungere i più alti livelli del Wta Tour a partire dalle quattro teste di serie del torneo: la statunitense Madison Brengle, numero 58 del ranking, la belga Alison Van Uytvanck (61), l’olandese Aranxta Rus (76) e la “nostra” Lucia Bronzetti (83). Ma ci sarà anche Martina Trevisan, fresca di due turni passati al Roland Garros e numero 85 del ranking e recente vincitrice del torneo Wta 250 di Rabat. E la wild card all’ex numero 5 del mondo, Eugenie Bouchard (finalista a Wimbledon nel 2014) al rientro alle competizioni. Le professioniste saranno in Polesine già da sabato 11 giugno per gli allenamenti (a porte chiuse), al Tennis Club Gaiba.

17 NAZIONI

Tra le prime 26 atlete ci sono ben 17 nazioni rappresentate: tra cui Olanda, Romania, Belgio,Stati Uniti, Francia,Russia, Brasile, Argentina, Cina, Ungheria, Giappone, Germania, Georgia, Ucraina, Svizzera e Spagna. A presentare i dettagli dell’importante evento sportivo nella sede rodigina di Confindustria Venezia-Rovigo, Paolo Armenio, vicepresidente di Confindustria Venezia Rovigo, Elia Arbustini, presidente del tennis club Gaiba, l’assessore regionale allo sport Cristiano Corazzari, il presidente della Provincia Enrico Ferrarese, il sindaco di Gaiba, Nicola Zanca, Fabio Morra direttore del torneo, Gianfranco Piombo vice presidente vicario Fit, Lionello Biscaro title sponsor del torneo di singolare e, in collegamento video Fabrizio Sestini, vicepresidente della WTA. «Confindustria da sempre è vicina allo sport e ai suoi valori: il rispetto, la disciplina, l’impegno, la sana competizione - ha detto Armenio -, e a proposito di sport, faccio gli auguri ai ragazzi della rugby Rovigo per l’importante finale scudetto. Abbiamo voluto sostenere questo grande evento sportivo coinvolgendo le imprese associate, perché il torneo rappresenta uno straordinario volano per il nostro territorio, un’opportunità di crescita economica e di promozione all’estero».
E sulla bella storia di Gaibledon si sono accesi i riflettori dei media nazionali e internazionali. «Un sogno che si realizza dopo soli dieci anni, grazie al lavoro e alla collaborazione in sinergia con tutti gli enti istituzionali e privati», dice Elia Arbustini. L’ingresso sarà libero nelle prime giornate di gare (con prenotazione obbligatoria sul sito www.venetopen.coma): è previsto invece un biglietto del costo di 15 euro nelle ultime tre giornate quelle di venerdì, sabato e per le finali di domenica. «Sarà un evento imperdibile per il tennis femminile mondiale che trasformerà il Polesine in una capitale del tennis, un traguardo raggiunto con tenacia e volontà, ha detto Corazzari.
 

Ultimo aggiornamento: 08:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci