La strage dei negozi in centro: addio anche alla storica gioielleria

PER APPROFONDIRE: centro, chiusura, negozi, rovigo
La strage dei negozi in centro: addio anche alla storica gioielleria

di Roberta Merlin

ROVIGO - È un bilancio di fine anno nero per il commercio della città: altri sei negozi hanno infatti deciso di abbassare definitivamente la serranda. Per alcuni di essi ieri, è stato l'ultimo giorno di lavoro, altri invece chiuderanno i battenti con il nuovo anno.

ATTIVITÀ STORICA
Tra le cessazioni anche una storica attività del centro, la gioielleria Tarolo di piazza Vittorio Emanuele II. Il notissimo negozio, presente a Rovigo dal 1927, ieri ha spento definitivamente le luci delle vetrine. Il proprietario Fabrizio Menon, 65 anni, è andato infatti in pensione dopo 45 anni di lavoro. Alla sua porta però non si è presentato nessun commerciante interessato a continuare la storica attività.


«Ho iniziato a fare questo lavoro a 20 anni - racconta commosso Fabrizio - Prima lo faceva mio padre due vetrine più avanti. Ricordo che i clienti, per venire nella nostra gioielleria, parcheggiavano in piazza. Ma il lavoro, nel corso degli anni, non ci è mai mancato. Sono cambiate le mode, c'è stata anche la crisi che ha visto un calo dei consumi. Negli ultimi tempi poi, centri commerciali e negozi online hanno fatto diminuire le vendite un po' a tutte le gioiellerie dei centri storici. Un tempo, indossare un gioiello era uno status symbol, ora invece nel settore a farla da padrone è la moda, con la diffusione di gioielli non preziosi»...

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 31 Dicembre 2017, 13:34






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La strage dei negozi in centro: addio anche alla storica gioielleria
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-12-31 21:39:36
ed i suoi figli che fanno, sempre che ne abbia?
2017-12-31 18:12:46
Con tutto il rispetto non penso che la gente acquisti gioielli di valore online. Il problema semmai va ricercato nel lasciare a qualche giovane questa attivita'. In giro non ne vedo.
2017-12-31 16:26:22
Rovigo, si sa, soffre come tutto il Polesine, che sente il desiderio di tornare in Emilia Romagna
2017-12-31 15:48:50
Non solo in Veneto, ma ormai in tutte le citta' italiane tanti negozi storici chiudono l'attivita'. Nella totale indifferenza dei politici che ci governano e degli amministratori comunali che se ne infischiano altamente e come segugi fiutano il vento solo in direzione dove ci sono soldi e speculazioni urbanistiche. La politica politicante e' l'unica attivita' che non sente alcuna crisi, ma anzi porta numerose persone ad intraprendere questa attivita' reminerativa che ti porta a vivere agiatamente sopra la testa dei comuni cittadini.