Veneto, dall'1 marzo un'altra settimana in zona gialla: c'è la conferma. Zaia: «Bene, ma occhio alla terza ondata»

Venerdì 26 Febbraio 2021
foto di repertorio
2

Da lunedì 1 marzo inizia un'altra settimana in zona gialla per il Veneto. La conferma è appena arrivata dal ministero della Salute dopo l'analisi della cabina di regia sul monitoraggio settimanale dell'Iss (Istituto superiore di Sanità). Il Veneto dunque, come da previsioni, resta in quella fascia gialla in cui si trova ininterrottamente dall'1 febbraio scorso. Anche il Friuli Venezia Giulia oggi è stato confermato in zona gialla.

Fvg resta in zona gialla. Coronavirus, tasso di contagio scende al 5,4%: 468 casi e sei morti.

D'ora in avanti, come spiegato ieri dal ministro degli Affari regionali, Mariastella Gelmini, le ordinanze per il passaggio da una fascia di rischio all'altra non entreranno più in vigore la domenica ma ad inizio settimana.

Nell'ultimo monitoraggio dell'Iss (dati del 24 febbraio relativi alla settimana dal 15 al 21 febbraio) il Veneto aveva un Rt di 0,97. Negli ultimi giorni, l'Rt è risalito ed è attualmente di poco inferiore a 1, soglia che determina il passaggio in fascia arancione.

Zaia: non è finita

«Prendiamo atto della conferma del Veneto in area gialla, ma non si tratta di un gioco a premi, e dobbiamo farlo con senso di responsabilità. Non è un segnale che ci dice che è finita, ma che ci invita a tenere la guardia alta - è il commento del governatore Luca Zaia - . Per rendersene conto, basta guardare la cartina dell'Italia, dove sempre più Regioni si stanno colorando di arancione. Attorno a noi il virus sta crescendo. In Veneto registriamo un calo dei ricoveri da 55 giorni consecutivi e abbiamo potuto liberare 2.100 letti dei 3.400 che siamo arrivati ad avere occupati. Abbiamo anche decollassato le terapie intensive. E' però anche vero che ci si attende una terza fase, nella speranza che ciò non accada o lo faccia in entità limitata. Bisogna quindi tenere la guardia alta e rispettare tutte le regole di comportamento e igiene, avendo coscienza che ne usciremo, ma anche che un ruolo fondamentale lo avrà la partita dei vaccini».

Rt regionali: gli ultimi dati

Di seguito i dati dell'ultima rilevazione dell'Rt per Regione: dieci hanno Rt superiore a 1.

Abruzzo 1.13; Basilicata 1.51; Calabria 1.01; Campania 1.04; Emilia-Romagna 1.1; Friuli Venezia-Giulia 0.83; Lazio 0.94; Liguria 0.94; Lombardia 0.82; Marche 0.98; Molise 1.11; Piemonte 1.02; PA Bolzano 0.92; PA Trento 1.07; Puglia 0.95; Sardegna 0.68; Sicilia 0.71; Toscana 1.19; Umbria 1.07; Valle d'Aosta 0.94;  Veneto 0.97. 

 

Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio, 20:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA