Giro d'Italia 2022, Zaia gongola: «Sarà un'edizione con il Veneto protagonista»

Venerdì 5 Novembre 2021 di Redazione Web
Luca Zaia a Conegliano

VENEZIA - «I giorni gioiosi del Giro d'Italia di ciclismo 2022 devono ancora arrivare ma come sempre la poderosa macchina dell'organizzazione Rcs è già a pieno regìme e, per quel che già so, per il Veneto sarà un'edizione memorabile. Naturalmente, lascio agli organizzatori svelare tutti i particolari, ma per noi veneti, appassionati di ciclismo e non, sono certo arriveranno sorprese meravigliose»  anticipa  oggi - 5 novembre - in una nota il presidente della Regione Luca Zaia.

«Nel lavoro comune con Rcs - aggiunge Zaia - abbiamo detto in tempi non sospetti che avremmo voluto che si trattasse di un Giro ad altissimo valore sportivo, ma anche storico, culturale e ambientale per il Veneto. E così sarà. Le tappe venete avranno infatti come unico comun denominatore alcuni grandi valori, come vari territori Patrimonio Universale Unesco, le colline più belle che danno l'origine ai vini più pregiati e amati, la storia e l'arte che permeano l'Arena di Verona».

«Stiamo per vivere una grande storia di ciclismo - conclude Zaia - grazie alla straordinaria collaborazione con Rcs e grazie alla passione del Veneto per lo sport del pedale, straordinario strumento di promozione sportiva, ma anche turistica e culturale, che ne fa ormai da tempo un evento di valenza non solo agonistica. Con, per noi, una sorpresa finale, che toccherà a Rcs svelare».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche