Dall'e-commerce un nuovo miracolo per il Nordest. E il Veneto è il capofila ideale

Venerdì 1 Gennaio 2021
​Dall'e-commerce un nuovo miracolo per il Nordest (Foto di Preis_King da Pixabay)
1

L'anno che se ne va purtroppo ci porta in regalo malefico ancora il virus killer che tra mutazioni e contagi imperversa in tutto il globo, Cina esclusa. Il piano di vaccinazioni ha avuto inizio, ma i tempi per avvicinarsi ad un immunità di gregge fanno presagire un attesa di poco meno di un anno, ovvero un periodo pressoché pari a quello che ha devastato la nostra vita peggio di una guerra e portato in ginocchio tutte le economie occidentali, tanto da determinare il segno meno al Pil di Usa ed Europa tra 6 e il 10 forse 11%, con noi al vertice dei peggiori. La stima per il 2021 potrebbe aggirarsi tra il + 3-5% e in questo caso noi saremmo nella parte bassa della forbice.


Se così fosse la situazione anche per l'anno che verrà si annuncia particolarmente complessa, con una crescita esponenziale dei senza lavoro, associata ad una massa di default di imprese, mai neppure immaginata in passato.L a destabilizzazione del sistema socio-economico allo stato attuale andrebbe a consolidarsi in una posizione che non lascia intravedere un recupero ai livelli del 2019 fino al 2024 o peggio 25. C'è quindi bisogno di un grande piano di rilancio, che si basi sicuramente sulle risorse europee del Next Generation, che contemplano 750 miliardi di euro, per metà sotto forma di sovvenzioni e per altra di prestiti, ma soprattutto di un patto solido e duraturo tra le forze politiche e i corpi intermedi, associazioni di rappresentanza delle imprese e professioni e sindacati dei lavoratori dipendenti, in grado di stabilire ruoli, risorse e tempistiche di tutte le forze in campo.


Solo nei primi 15 anni dal dopoguerra si riuscì a creare un'alleanza concreta tra tutti i soggetti citati che portò il paese al miracolo economico, dopo, lentamente e progressivamente tra alti bassi, si è perso di vista il bene comune e un lento inesorabile decadimento ha avvolto il nostro paese.


Il Nordest partito sostanzialmente più debole del Nordovest ha viceversa saputo prima recuperare il divario e poi portarsi ai vertici dello sviluppo italiano. A fare la differenza è stata la coerenza imprenditoriale abbinata ad una capacità di vision vincente, basata su attrattività ed export, purtroppo però il sistema manifatturiero non è riuscito a connettersi con la stessa praticità ed è efficacia con quello commerciale. Sarebbe stata premiante per manifattura, agroalimentare e commercio realizzare una piattaforma per l'e-commerce dei prodotti italiani da destinare ai consumatori entro confine. Negli ultimi anni l'accelerazione della domanda del commercio elettronico sta soppiantando o comunque rendendo estremamente difficile la vita del negozio fisico, il tutto aggravato nell'anno in corso dai lockdown e dallo smart working.


Il Veneto dispone di manifattura ragguardevole ma anche commercio, servizi e produzioni agroalimentari di altrettanta eccellenza, un connubio ideale per realizzare una piattaforma di e-commerce originata dalle principali associazioni rappresentanti le imprese italiane. Confindustria, Confcommercio,Confartigianato, Confagricoltura, Coltivatori diretti, insieme a Poste Italiane, potrebbero alimentare una piattaforma distributiva in mani italiane in grado di contrastare, almeno in parte, l'avanzare dei giganti di internet. Il modello potrebbe poi essere clonato nel resto del Paese a cominciare dal Nordovest.

 

Ultimo aggiornamento: 2 Gennaio, 09:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA