Domenica 24 Marzo 2019, 12:24

Commercio, aria di crisi: i negozi del centro storico in affanno

PER APPROFONDIRE: centro storico, crisi, negozi, pordenone
Commercio, aria di crisi: i negozi del centro storico in affanno
PORDENONE - Il centro storico soffre. E a pagare il conto più alto sono le attività commerciali. Nessun rilancio da un punto di vista economico, almeno a sentire gli operatori, nonostente gli sforzi fatti dall'amministrazione comunale per portare sempre più gente in città. Eppure i profitti sono in calo e il futuro, visti anche i venti di crisi che si profilano all'orizzonte, non dice nyulla di buono. A dirlo, oltre che l'esperienza diretta di chi lavora in città, anche l'analisi dell'ufficio studi di Confcommercio, realizzata con il contributo dell'agenzia delle Camere di commercio e tarata su su 120 città (tutti i capoluoghi di provincia - compreso Pordenone - più 10 comuni di media dimensione). I centri storici, anche quello di Pordenone, perdono il 13% dei negozi in sede fissa nel periodo 2008-18, -14% al Sud con divario di 4 punti percentuali rispetto al centro-nord. Rispetto alle periferie il divario è di circa il 3%. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Commercio, aria di crisi: i negozi del centro storico in affanno
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-03-25 19:18:39
Prezzi troppo alti rispetto alla media regionale e nazionale. Gli sforzi dell'Amministrazione Comunale non hanno avuto alcun impatto positivo sulla dinamica economica in quanto portare gente (poco incline a spendere) in città è come portare le mucche a pascolare in spiaggia. Si occupasse il Comune di sistemare le strade e i marciapiedi nei quartieri periferici invece di fare propaganda a costo zero...