Furto di formaggi per 70 euro, al momento di pagare scappa dal negozio

Domenica 19 Gennaio 2020 di Mirella Piccin
Il furto è avvenuto tra i banchi di un market
4

AZZANO DECIMO - Ennesima brutta avventura a carico dei commercianti azzanesi. Anche ieri, dopo gli episodi accaduti nei mesi scorsi ai danni di operatori ambulanti, un uomo è entrato in un negozio del centro, ha scelto dei prodotti caseari e altro, si è fatto riempire la borsa e poi è scappato senza pagare.

L’ultima volta che era successo un altro uomo o forse lo stesso, era riuscito a scappare con due sacchetti pieni di pesce per un valore di 170 euro dalla bancarella del mercato. Ieri, il ladro, si è presentato in un negozio di formaggi in via 25 Aprile, facendo credere alla banconiera che sua moglie era una assidua cliente. Ha atteso il suo turno e poi ha ordinato formaggi di vari tipi, tra quelli più costosi, ma al momento di pagare il conto, di 70 euro, si è dileguato senza mettere mano al portafoglio, portandosi via anche lo scontrino preso con forza.

Dalla descrizione, sarebbe un uomo di mezza età, altezza media, pelle olivastra, che prima ancora aveva provato a fare la stessa cosa in un panificio poco distante, ma con scarso successo. In quel caso, infatti, la signora dietro il banco, ha avuto un sospetto e, nonostante la sua insistenza nel chiedere la spesa con la promessa che avrebbe saldato il conto nella stessa mattinata, ha trattenuto la merce, dicendo: «le metto da parte la spesa, quando mi pagherà la portà ritirare». Inutile dire che non si è più visto. Anche perché subito dopo gli è andata in porto la truffa nel negozio di formaggi. Secondo il racconto della commessa l’uomo che parlava bene l’italiano «è stato veloce. Non mi sono resa conto – racconta ancora scioccata –. In vent’anni che sto dietro il banco, una cosa così non mi era mai successa. C’erano altre clienti in quel momento ed è stato un attimo. Ha detto: “non ho i soldi, ritorno dopo per pagare”. Io gli ho risposto “il sacchetto però rimane qua”. Ma in un secondo me la tolto dalle mani, strappandomi anche lo scontrino. Oltre al danno, i 70 euro li dovrò sborsare io, la beffa – sottolinea -. Ho chiamato i carabinieri della locale stazione, raccontando l’accaduto e loro mi hanno risposto: “signora venga domani mattina per la denuncia”. Mi sarei aspettata un intervento dopo questa segnalazione, ma non c’è stato. In questo modo magari anche altri commercianti sono stati derubati».

Ultimo aggiornamento: 09:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci