Festa senza mascherine e distanze nel primo giorno post-lockdown: bar chiuso per 45 giorni

Venerdì 22 Maggio 2020 di Redazione
I controlli della Questura
SPILIMBERGO - Bar riaperto...ma per poco. Il sindaco di Spilimbergo Enrico Sarcinelli ha segnalato al Questore di Pordenone, Marco Odorisio, la situazione di allarme per l’ordine e la sicurezza pubblica riconducibile al pubblico esercizio “Caffè Roma”, in pieno centro storico, per i fatti accaduti nella notte tra il 18 e 19 maggio, primo giorno di riapertura dopo la quarantena.

Alla pregressa copiosa e particolareggiata documentazione relativa a intimidazioni, minacce, danneggiamenti nei confronti di esercenti e residenti da parte degli avventori del bar e dalla titolare, 48enne cittadina albanese, si è aggiunta nella serata del 18 maggio l'organizzazione di una festa con numerose persone presenti prive di mascherine e senza distanziamento, che si sono intrattenute sino alle 3 del mattino, orinando sulle vetrine dei negozi vicini e sui muri dei palazzi storici, alcuni in stato di alterazione. Sul web sono poi state postate le immagini della festa ritraenti 21 persone tutte ammassate ed abbracciate tra loro, tutte senza mascherina, che verranno identificate e sanzionate.

Il Questore ha così adottato in via d’urgenza il provvedimento di sospensione del bar per 45 giorni. Alla titolare dell’esercizio commerciale è stata inflitta una sanzione che prevede il pagamento di 400 euro. Nel contempo è stata altresì avviata la proposta al Prefetto di Pordenone per l’adozione del provvedimento di chiusura.
Ultimo aggiornamento: 23 Maggio, 13:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA