Coronavirus, torna la paura tra i migranti nell'ex caserma: focolaio con 35 contagiati

Venerdì 9 Ottobre 2020 di Redazione
Coronavirus, torna la paura tra i migranti nell'ex caserma: focolaio con 35 contagiati
1

UDINE - Sono 35 i migranti contagiati dal Coronavirus all'interno dell'ex caserma Cavarzerani di Udine. Il risultato dei tamponi, effettuati su 197 ospiti dell'ex sito militare dopo un primo caso di positività, hanno confermato l'esistenza di un focolaio importante e preoccupante tra i richiedenti asilo della struttura. Il presidente del Fvg, Massimiliano Fedriga, ha comunicato che i 35 migranti positivi rilevati alla Cavarzerani hanno fatto salire il conto parziale dei contagi giornalieri a quota 95 nuovi infetti. 

 

Focolaio alla Cavarzerani

«Sono preoccupato perché la città non è felice di avere al suo interno un numero così alto di persone positive al Covid, già una settimana fa avevo adottato la disposizione che le persone dovevano fare la quarantena all'interno della caserma, adesso con gli ultimi tamponi, purtroppo, da un caso positivo, siamo arrivati a 35, dunque la situazione è peggiorata». Lo ha detto oggi il sindaco di Udine, Pietro Fontanini, commentando l'esito dei tamponi sui 200 richiedenti asilo ospitati della ex Caserma Cavarzerani di Udine, che ha rilevato altri 35 positivi al coronavirus. «Ora queste 35 persone - ha continuato Fontanini - verranno portate in altri luoghi, ma non dipende dal sindaco, è il prefetto che deve decidere, sono in attesa che si prendano queste decisioni». Fontanini ha sottolineato che uno di questi luoghi potrebbe essere quello degli ex alloggi dei militari dell'Aeronautica a Pasian di Prato, una zona già destinata alle quarantene per i positivi al coronavirus«. Nella ex caserma Cavarzerani, intanto, ha evidenziato Fontanini, procede la zona rossa già attivata. »Con questi numeri - ha concluso il sindaco - bisogna fare molta attenzione affinché l'epidemia non si diffonda in città».

Ultimo aggiornamento: 12:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA