Il rapinatore seriale dell'alba arrestato: extracomunitario colpiva vittime sole

Giovedì 24 Settembre 2020
Janneh Lamin, 22enne, gambiano
3

PADOVA - Dopo varie rapine compiute ai danni di vittime, tutte sole, a Padova, i carabinieri della città euganea hanno stretto il cerchio attorno ad un gambiano, Janneh Lamin, 22enne, che è stato ammanettato e portato in carcere. Dai primi giorni dello scorso agosto, i militari avevano ricevuto varie denunce da parte di cittadini che erano stati rapinati mentre andavano al lavoro, la mattina presto, transitando nell'area del quartiere Arcella delimitata dal cavalcavia «Borgomagno», dalla Stazione Ferroviaria e da piazza Mazzini.

L'autore era sempre stato descritto come uno straniero di colore che, accostando la mano alla tasca e asserendo il possesso di un coltello, minacciava le vittime per impossessarsi del loro telefonino, fuggendo, subito dopo, con una bicicletta bianca. Così i militari hanno predisposto un servizio di vigilanza nella zona dove, stamane, poco dopo 5.15, una donna è stata aggredita da un uomo che le ha strappato di mano il telefonino. La vittima ha quindi fermato un passante, ed ha chiamato il 112 descrivendo ai carabinieri il malvivente che è stato bloccato poco dopo, e al quale gli è stato sequestrato il coltello da cucina che nascondeva in tasca. Nel frattempo, un'altra donna ha presentato una denuncia per lo stesso reato riferendo che un uomo di colore , armato di coltello, l'aveva rapinata del cellulare, poco dopo le 3, prima di fuggire in sella ad una bici.

Ultimo aggiornamento: 17:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA