Omicidio-suicidio: mamma e figlio trovati impiccati nel bagno di casa

Omicidio-suicidio: mamma e figlio impiccati nel bagno di casa
PADOVA - Omicidio-suicidio in via Montà 217 a Padova, dove mamma e figlio sono stati trovati impiccati nella loro abitazione. La donna, Lidia Marinelllo di 90 anni, era invalida al 100 per cento ed era costretta in carrozzina. Il figlio, Paolo Moro, aveva 67 anni. Avrebbe ammazzato la madre e poi si è ucciso appendendo una corda a una trave del bagno.

A trovarli è stata la moglie dell'uomo, quando è rientrata a casa. I tre, infatti, vivevano insieme nella casa divisa su due piani; al pianterreno la madre e al piano superiore Paolo Moro con la moglie - entrambi sono ex bancari - e un figlio di 25 anni. Sul posto la polizia. Nessun biglietto è stato trovato al momento, anche se pare verosimile che il gesto sia maturato a seguito dell'esasperazione del figlio per la condizione di invalidità della madre. A nulla sono valsi i tentativi disperati di soccorso operati dai medici del Suem, arrivati sul posto anche con un elisoccorso.

Una vicina di casa ha raccontato di averli visti anche di recente: «Lui portava sempre la madre fuori a passeggiare, era sempre vestita bene» (guarda l'intervista in VIDEO). Un altro vicino racconta invece che Paolo Moro stava dipingendo l'abitazione in questi giorni. (guarda l'intervista in VIDEO).
 
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 12 Dicembre 2016, 13:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Omicidio-suicidio: mamma e figlio trovati impiccati nel bagno di casa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2016-12-12 22:11:41
Se provaste a trovarsi in situazioni simili non direste certe cose. L'assistenza a persone totalmente invalide e molto anziane dilapida tutti i risparmi accumulati in anni. Non ve lo auguro di provarlo,perché significherebbe che vi voglio male a tutti...l'esperienza insegna!
2016-12-12 21:14:48
... storia di ordinaria disperazione e di umana fragilità.. cercare spiegazioni è possibile ma inutile in quanto non troveranno conferma.. all'uomo hanno promesso la felicità... ha trovato il dolore.. la solitudine, l'angoscia. il vuoto dentro e fuori.. in questo contesto la morte è vista come un tunnel attraverso il quale fuggire.. forse, può farsi. anche..
2016-12-12 16:55:15
Non sempre è ua questione di soldi. Probabilmente quì c'è anche qualcosa legato alla depressione del figlio.
2016-12-12 16:36:00
Colgo l'occasione per far notare come un dato demografico apparentemente poco significativo rischi di rovesciare la societa' come un calzino. In particolare mi riferisco all'allungamento dell'eta' alla quale si fanno figli. Uno spostamento di 10-15 anni, che in prospettiva si compira' tra non molto, muta completamente la prospettiva in quanto i "nonni" passano dall'essere mediamente una risorsa per la gestione dei nipoti, ad un onere assistenziale secco che si aggiunge a quello della gestione dei figli. L'esatta misura del problema sociale incombente sfugge ai media e alla politica, mentre dovrebbe occupare il podio degli argomenti.
2016-12-12 15:58:47
Provate voi a star dietro alla madre di 90 anni invalida, vedete se non andate via di testa. Non siamo fatti per vivere cosi' a lungo, andando avanti di questo passo tra qualche anno il figlio di 25 anni si sarebbe trovato a dover accudire padre e nonna.