«Isabella rise in faccia a Debora»
Manuela svela il movente del delitto

Venerdì 1 Aprile 2016
«Isabella rise in faccia a Debora» Manuela svela il movente del delitto
2

PADOVA - Manuela Cacco aveva già puntato il dito contro Debora Sorgato, sorella di Freddy (reo confesso dell'omicidio di Isabella Noeventa avvenuto, secondo il suo racconto, durante un gioco erotico), ma nel suo racconto c'è di più: non solo ad uccidere Isabella non sarebbe stato Freddy ma Debora, oltretutto quest'ultima avrebbe colpito a morte Isabella Noventa per un'offesa ricevuta, per una risata in faccia che a Debora Sdorgato non è proprio andata giù. 


Isabella noventa - Il Gazzettino.it


L'omicidio a casa di Freddy
La tabaccaia di Camponogara racconta che Isabella è arrivata e si è sedututa in cucina con Freddy, Debora sarebbe spuntata alle sue spalle e, prima del delitto, le due avrebbero parlato delle denunce presentata da Isabella per ingiurie e molestie e delle quali proprio la sorella di Freddy e la tabaccaia di Camponogara erano sospettate. Poi la furia: l'avrebbe colpita alla testa con la mazzetta e usato un sacchetto in testa alla vittima per evitare gli schizzi di sangue. Infine la messinscena: Manuela Cacco esegue gli ordini di quelli che addita come due killer e dei quali aveva paura. Ma per Manuela Cacco i timori non sarebbero finiti la sera del delitto: anche una volta in carcere Debora avrebbe cercato di "convocarla" per parlarle, alla tabaccaia sarebbero anche arrivati insulti, per questo è stata trasferita nel carcere Veneziano.

Ultimo aggiornamento: 08:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA