Guardalinee fuori di sè, urla e insulta tutti, poi si barrica in auto: arrivano i carabinieri

Mercoledì 5 Maggio 2021 di Redazione Web
L'ambulanza arrivata allo stadio di Este
2

ESTE - Movimentato episodio prima della partita Este-Virtus Bolzano valida per il campionato di serie D. Arrivato allo stadio, dopo che già durante il pranzo consumato assieme agli altri componenti della terna arbitrale aveva cominciato a dare segni di irrequietezza, l’assistente Vincenzo Ruggiero, della sezione di Brindisi, ma residente nel trevigiano, ha cominciato ad inveire senza motivo contro tutto e tutti, manifestando chiari segnali di squilibrio emotivo e arrivando ad asserragliarsi all’interno della propria auto. Solo grazie all’opera di mediazione dei carabinieri, il giovane guardalinee si è convinto a salire sull’ambulanza che l’ha condotto all’ospedale di Schiavonia per accertamenti sull’origine del malessere. Trovato un sostituto, la partita è cominciata con 35 minuti di ritardo.

Già durante il pranzo pre partita, consumato assieme agli altri componenti della terna arbitrale, l'assistente V.R. al terzo anno in categoria e regolarmente in campo nelle ultime domeniche aveva infatti cominciato a dare segni di irrequietezza e stordimento. Una volta giunti allo stadio, la situazione è però degenerata, con il giovane guardalinee che ha cominciato ad inveire senza motivo contro tutto e tutti, manifestando chiari segnali di squilibrio emotivo, farneticando frasi sconnesse e arrivando ad asserragliarsi all'interno della propria autovettura. Solo grazie all'opera di mediazione dei carabinieri della locale stazione, il giovane si è convinto a salire sull'ambulanza della Sogit presente nell'impianto, che l'ha condotto all'ospedale di Schiavonia, dove in serata risultava ancora ricoverato per accertamenti sull'origine del malessere, dato che durante il trasporto risulta abbia anche perso momentaneamente conoscenza.

Ultimo aggiornamento: 6 Maggio, 09:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA