Personale senza Green pass e corse saltate: Busitalia assume 50 nuovi autisti

Martedì 26 Ottobre 2021 di Alberto Rodighiero
La recente protesta degli autisti senza Green pass, saliti sui bus come passeggeri muniti di biglietto
2

PADOVA - Contro la cancellazione delle corse causata dall’assenza del personale senza il Green pass, Busitalia è pronta ad assumere 50 nuovi autisti.  Nei prossimi giorni, intanto, in Comune è in programma una riunione con i sindacati per scongiurare il venir meno dei turni notturni dei vigili urbani, anche in questo caso a rischio a causa degli agenti che non hanno la certificazione verde.

I MEZZI PUBBLICI

L'azienda partecipata di Ferrovie dello Stato sabato scorso ha comunicato che, a causa degli autisti sprovvisti Green pass, non sarà in grado di garantire tutte le corse degli autobus a partire da ieri e fino a data da destinarsi. Tra servizio urbano e suburbano salteranno 180 corse durante i feriali e 114 nei prefestivi. Per il momento tutto dovrebbe rimanere uguale per il tram e per l’orario festivo. 
Nello specifico a essere a rischio da ieri nei feriali sono 8 corse della linea 3, nove della 5, trentatré della 6, trentatré dell’autobus 9, tredici del 10, quindici dell’11, sedici del 12, otto del 13, trentadue del 16 e tredici del 22. Complessivamente durante i prefestivi non saranno garantite 114 corse. A rischio ci sono anche decine di corse sull’extraurbano: sabato ad esempio ne sono saltate 97.
Nonostante questo, ieri i disagi sono stati piuttosto limitati. Complice il fatto che gli autisti contrari al vaccino con il passare dei giorni sono diminuisti da 80 a 60, nel tardo pomeriggio tra urbano e suburbano le corse saltate sono state 32, il che significa poco più del 17% di quelle a rischio.
«Effettivamente i disagi sono stati piuttosto limitati –ha confermato in serata l’assessore alla Mobilità, Andrea Ragona–. La speranza è che la situazione possa progressivamente tornare alla normalità». Anche per far fronte ai problemi legati agli autisti sospesi dal sevizio, Busitalia ha avviato una campagna di assunzioni che, entro la prossima primavera, prevede l’integrazione di 50 autisti. Nelle scorse settimane sono iniziati i primi colloqui che, entro la fine dell’anno, dovrebbero portare alla firma dei primi 20 contratti.
Sempre per ridurre al minimo i disagi legati ai lavoratori senza pass, dal 15 ottobre l’azienda ha iniziato a premere l’acceleratore sugli straordinari. Straordinari a cui starebbero rispondendo positivamente molti autisti. E anche questo starebbe riducendo in maniera consistente i disagi per l’utenza. 

LA MUNICIPALE

La giunta Giordani, sempre per quel che riguarda le proteste conto la certificazione verde, in questi giorni è impegnata anche su un altro fronte. Il sommarsi dei 25 vigili urbani non vaccinati (che dal 15 ottobre sono sospesi dal servizio) allo sciopero generale proclamato fino al 31 ottobre dalla Federazione italiana sindacati intercategoriali (Fsi). Un fatto che ha avuto come conseguenza l’annullamento dei servizi notturni della polizia locale nelle notti tra venerdì e sabato, tra sabato e domenica e tra domenica e lunedì. 
Una circostanza che ha creato non pochi disagi. Ad esempio domenica mattina a rilevare il tragico incidente stradale di via Bembo in cui una donna è stata investita e uccisa è stata la polizia stradale. Nella notte tra domenica e lunedì, invece, alcuni residenti del Portello hanno chiamato la centrale operativa della municipale per dei ragazzi chiassosi. «Mi dispiace, non possiamo mandare nessuno» si sono sentiti rispondere. 
«È chiaro che tutto questo deve finire in tempi brevi –ha commentato il comandante della polizia locale Lorenzo Fontolan–. Una cosa del genere non accadeva dal 2001. La polizia locale non può venire meno alle sue prerogative, in primis i rilievi degli incidenti stradali. Proprio per questo nei prossimi giorni saranno convocati i sindacati. Assieme a loro va trovata una soluzione, non si può assolutamente andare avanti così». 

Ultimo aggiornamento: 17:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA