«Quando leggerete questo messaggio, io non sarò più con voi...»: l'ultimo saluto e il grazie di Aldo Borile, il re dell'ospitalità delle Terme

Sabato 12 Settembre 2020
«Quando leggerete questo messaggio, io non sarò più con voi...»: l'ultimo saluto e il grazie di Aldo Borile, il re dell'ospitalità delle Terme
1

L'ultimo messaggio di Aldo Borile, il fondatore del più grande gruppo alberghiero termale italiano che si è spento a 83 anni in ospedale. Il noto imprenditore ha lasciato nello sconforto la moglie Adelina e i tre figli, Cristina, Chiara e Alessandro. Ma non ha voluto dimenticare di dire addio a tutti quelli che lo conoscevano, che avevano lavorato con lui, che gli erano amici, e non ha voluto neppure dimenticarsi di dire "grazie". E per realizzare questo intento ha comprato una pagina intera sul giornale, nella quale è pubblicato il suo commovente messaggio.


Aldo Borile, dal mobilificio agli hotel

Quella di Aldo Borile è la storia iniziata dal nulla di un self made man che ha costruito un impero. Dapprima fu titolare con la moglie di un mobilificio a Este, poi il trasferimento ad Abano. Comprendendo le enormi potenzialità dell’acqua termale mise a punto il nuovo tipo di pompa idraulica per estrarla. Un sistema che cambia il modo di concepire e realizzare gli impianti termali e contribuisce a sviluppare l’offerta del territorio e a farlo diventare così il primo distretto termale europeo. Nel 1979 il grande salto come imprenditore nell’ospitalità con l’acquisizione dell’hotel Metropole. 

Seguono gli acquisti di hotel che rappresentano la storia di Abano e del termalismo euganeo: Trieste&Victoria e Due Torri. Nel 1998 inaugura l’Abano Grand Hotel che è l’unico cinque stelle lusso della provincia di Padova. La Residence & Idrokinesis diventa nel 2001 il primo centro di riabilitazione in acqua termale grazie a una sua intuizione: un centro con vasche specifiche per i trattamenti di idrokinesiterapia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA