Sofia Goggia trionfa nella libera di coppa del mondo a Cortina: è la sua vittoria numero 21

Lei si autogiudica "non impeccabile", ma è ancora prima. Zaia esulta per l'atleta e per la pista, "campo di gara perfetto che sarà così anche alle Olimpiadi 2026"

Venerdì 20 Gennaio 2023 di Redazione Web
Sofia Goggia in azione

CORTINA - Conclouisa la discesa di tutte le concorrenti, è ufficiale: successo n. 21 in carriera per Sofia Goggia che ha vinto in 1.33.47 la prima discesa di coppa del mondo di Cortina d'Ampezzo. L'azzurra è di nuovo a fianco di Federica Brignone ex aequo come azzurre più vincenti di sempre in coppa del mondo.

Sofia, con una sciata molto compatta e in grande sicurezza ma «non impeccabile» a detta della stessa campionessa, è andata in progressione vincendo ancora una volta nella parte centrale e finale della Olympia delle Tofane, la pista su cui l'anno scorso si era seriamente infortunata alla vigilia delle Olimpiadi. 

Seconda una ritrovata slovena Ilka Stuhec in 1.33.60 e terza la tedesca Kira Weidle In 1.33.83. Subito dopo la statunitense Mikaela Shiffrin in 1.33.97 e la svizzera Lara Gut-Behrami in 1.34.00 , pericolosissime anche perchè scese una trentina di minuti dopo Goggia e con una visibilità decisamente migliore. Per l'Italia c'è poi soprattutto Elena Curtoni ottava in 1,34.19 e prontissima per il superG di domenica, la sua gara. Poi in classifica anche le azzurre Laura Pirovano, dodicesima in 1.34.48, Nicol Delago e Federica Brignone (dopo una serie di piccoli errori) diciottesime ex aequo in 1.34.59, Nadia Delago ventottesima in 1.34.94. La gara è stata brevemente interrotta per la brutta caduta dopo un lungo salto della svizzera Corinne Suter, oro olimpico e gran rivale di Sofia Goggia in coppa del mondo. L'elvetica è tornata però da sola al traguardo senza danni apparenti. Domani a Cortina ancora una discesa.

I COMPLIMENTI DI ZAIA. “Sulla mitica pista Olimpia di Cortina, Perla delle Dolomiti, Sofia Goggia ha inanellato una nuova, straordinaria perla nella sua ormai lunga collana di successi. Lo sci femminile continua a farci sognare, anche in chiave olimpica 2026, perché dietro a questa wonder woman è cresciuta una squadra forte e giovane. Intanto complimenti a Sofia. Sportivamente parlando sembra essere un’atleta irripetibile, non solo per la tecnica, ma anche per l’incredibile coraggio e forza di volontà”. Pochi minuti dopo la vittoria arrivano i complimenti del Governatore Luca Zaia. “Seguendo la sua discesa (straordinario il gesto di bilanciarsi mettendo sulla neve la mano ancora ferita) – aggiunge Zaia – abbiamo esultato per la nostra atleta, ma abbiamo anche potuto vedere una splendida pista olimpica come l’Olimpia della Tofana, lungo la cui discesa si ritrovano tutte le caratteristiche tecniche per esaltare le vere campionesse, alternando tratti di scorrevolezza ad altri di impegno tecnico, curve e controcurve, tratti ripidi e passaggi in cui la pendenza cala. Tutti ingredienti di un campo di gara perfetto, che tale sarà anche nel 2026”.

Ultimo aggiornamento: 21:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci