Dall'Alpago al 6 Nazioni: Alyssa D'Incà sabato partirà dalla panchina

Venerdì 9 Aprile 2021 di Silvano Cavallet
Al centro, Alyssa D'Incà

Adesso è ufficiale: Alyssa D’Incà varca le porte della nazionale maggiore di rugby. L’atleta bellunese, infatti, è stata inserita da Andrea Di Giandomenico, il responsabile tecnico della azzurre della palla ovale, nella lista delle 23 atlete (non tra le titolari ma tra 8 pronte a entrare dalla panchina) che domani affronteranno il XV inglese nella gara d’apertura del 6 Nazioni femminile: sabato 10 aprile è infatti la giornata del debutto italiano. L’appuntamento con il fischio d’inizio è alle ore 15 allo stadio Lanfranchi di Parma.


ESORDIENTE ASSOLUTA


È prevedibile che per il 19enne D’Incà - almeno fino al momento di scendere in campo - il sentimento prevalente sia l’emozione, dato che si tratta della prima volta. L’alpagota, portacolori del Villorba, è infatti una delle due esordienti assolute (l’altra è Gaia Maris del Valsugana) che, per questo, possono mettere nel proprio palmares il primo cap. A questo proposito, si può ricordare - anche come augurio per Alyssa - che nel XV di partenza ci sono due sue compagne di club, Sara Barattin e la capitana Manuela Furlan, che vantano - rispettivamente - 95 e 75 presenze in azzurro.


METTIAMOCI IN GIOCO


«Abbiamo una grande voglia di tornare in campo e metterci nuovamente in gioco. Il Sei Nazioni - commenta Di Giandomenico, sicuramente interpretando lo spirito di tutto il gruppo - è uno dei palcoscenici più importanti del mondo ovale e faremo il nostro esordio nell’edizione 2021 affrontando una delle squadre più in forma del panorama rugbistico internazionale». Obiettivo dichiarato per l’Italrugby rosa quello di offrire una prestazione capace di rendere quanto più dura possibile la vita alle detentrici del torneo che, nell’esordio di inizio aprile, hanno travolto la Scozia 52-10.


DIRETTA TELEVISIVA


La partita sarà trasmessa in diretta su Eurosport 2 (e su internet sul canale Eurosport Player): collegamento dalle 14.45 con il commento di Andrea Gardina e Antonio Raimondi.
 

Ultimo aggiornamento: 08:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA