Ragazzina trovata ubriaca al parco, era insieme a un ventenne trevigiano

Martedì 15 Settembre 2020
Ragazzina trovata ubriaca al parco, era insieme a un ventenne trevigiano

BELLUNO È stata riaccompagnata a casa e sono stati avverti i servizi sociali. Una ragazzina bellunese è stata trovata ieri mattina mentre si trovava in compagnia di un ventenne del posto al parco Papadopoli di Ceneda di Vittorio Veneto (Treviso). I due sono stati identificati dalla polizia locale. Poco prima alcuni cittadini avevano segnalato al comando della polizia locale la presenza di quattro ragazzi che, sbronzi, dormivano su una panchina del parco.

La minorenne è stata ricondotta, dopo l'identificazione, nel suo comune di origine, dalla sua famiglia, con il supporto dei servizi sociali. Quei ragazzi, sfatti dall'alcool, probabilmente erano arrivati nel parco già domenica sera. Assieme alla coppia c'erano anche altri due ragazzi che sono però riusciti a darsela a gambe prima dell'arrivo della polizia locale. «Viste le condizioni in cui erano, se non bivaccavano nel parco lo avrebbero fatto altrove rileva il vicesindaco Gianluca Posocco -, il problema va dunque al di là del parco e del fatto che sia o meno accessibile nelle ore notturne». I consiglieri comunali Mirella Balliana e Alessandro De Bastiani (Rinascita Civica) pochi giorni fa avevano provocatoriamente chiuso di sera, con dei lucchetti per una spesa di pochi euro, i cancelli del parco per prevenire atti vandalici e bivacchi: «Tutto è possibile commenta il vicesindaco -, ma se uno vuole entrarci, anche con un cancello chiuso, non fa altro che scavalcarlo. Credo invece che se un luogo è frequentato, e magari con maggiore illuminazione, tutti possono vedere e si delinque meno».
C.B.

Ultimo aggiornamento: 12:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA