Il prefetto di Belluno promette: «Ora vigilo io sui tempi dei cantieri Anas»

Venerdì 18 Giugno 2021 di Davide Piol
Una delle tre varianti incluse nel monitoraggio del prefetto

Occhi puntati sull’Alemagna e controlli periodici sui cantieri. A poco più di un mese dal suo ingresso a Palazzo dei Rettori, il prefetto Mariano Savastano ha capito che la priorità, per i bellunesi, sono le infrastrutture. In particolare, le varianti sulla Statale 51 di Alemagna che Anas avrebbe dovuto terminare per i Mondiali di sci alpino di Cortina 2021. «Mi riprometto – ha detto ieri – che, periodicamente, la Prefettura verificherà lo stato di avanzamento delle procedure e dei cantieri, pronti a dare sostegno e ad intervenire ogni qualvolta Anas, gli amministratori o altri qualificati portatori di interessi collettivi lo richiederanno per approfondire eventuali aspetti critici che dovessero emergere». Le parole del prefetto suonano più o meno in questo modo: «Tranquilli, ora me ne occupo io».
IL MONITORAGGIO
L’obiettivo è rassicurare i bellunesi e fare in modo che i lavori sull’Alemagna finiscano nei tempi previsti. Nel mirino ci sono le tre varianti di Tai, Valle e San Vito di Cadore. La quarta, quella di Cortina d’Ampezzo, non è presente perché non fa parte del pacchetto mondiali. O meglio: è stata unita alla circonvallazione prevista per le Olimpiadi Cortina-Milano 2026, dando così origine a un maxi progetto dA oltre 200 milioni di euro. «Fin dai primi giorni del mio insediamento a Belluno (avvenuto il 26 aprile ndr) – ha spiegato il prefetto – tutti gli amministratori locali, le autorità istituzionali e i rappresentanti delle categorie economiche che ho incontrato mi hanno sottoposto le problematiche legate alle carenze delle infrastrutture esistenti». Sul piatto delle lamentele anche una viabilità monca, «caratterizzata da un’autostrada che arriva fino a Ponte nelle Alpi e che prosegue nelle varie direttrici - Feltre, Agordo, Cortina d’Ampezzo, il Cadore - attraverso strade statali e regionali non più adeguate alle esigenze di mobilità di persone, merci, turisti ed imprese». Per il prefetto Savastano, però, è necessario concentrarsi sulle opere già avviate. Quindi: portare a termine il Piano di potenziamento della viabilità previsto per i Mondiali di Sci di Cortina 2021.
TAI DI CADORE
La variante di Tai di Cadore sarà realizzata quasi completamente in galleria, per poco più di 1 chilometro, e costerà 46 milioni 300mila euro. È in corso la chiusura del progetto definitivo per la successiva approvazione e l’avvio della progettazione esecutiva. Nel frattempo è stata effettuata la campagna di indagini geognostiche integrative. A completamento della progettazione esecutiva saranno attivate le procedure autorizzative. Anas prevede di avviare le procedure di gara entro la fine del 2021, a fronte di un cronoprogramma dei lavori di circa 30 mesi.
VALLE DI CADORE
La variante di Valle è simile alla precedente: lunga 1 chilometro e 100 metri, sarà tutta in galleria e il suo valore sarà superiore ai 44 milioni di euro. Allo stato attuale Anas ha avviato la progettazione esecutiva e sono in arrivo i dati della campagna di indagini geognostiche integrative. Inoltre, sta per partire la fase di esecuzione delle indagini archeologiche. Anche in questo caso, gara entro la fine del 2021, mentre i lavori dureranno 1 anno e 8 mesi.
SAN VITO DI CADORE
A San Vito, su un percorso che si sviluppa per 2,3 chilometri, è prevista la realizzazione di due rotatorie, due infrastrutture e quattro gallerie artificiali antirumore. Costo dell’opera: 37milioni 153mila euro. Anas sta realizzando il progetto definitivo che segue il tracciato proposto dal Comune ma è emersa la necessità di apportare delle correzioni al tracciato stradale per renderlo consono alla normativa vigente. Sono state studiate anche una variante altimetrica per ridurre le forti pendenze e alcune soluzioni alternative alle rotatorie di inizio e fine intervento. La gara sarà avviata quest’anno e i lavori dureranno 30 mesi.
CORTINA
Infine, Cortina d’Ampezzo. Come già spiegato, il piccolo stralcio di 30 milioni di euro previsto per i Mondiali del 2021 è stato accorpato alla circonvallazione lunga delle Olimpiadi. La procedura sarà unica.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA