Trascinato fuori di casa e bastonato con catene, misure cautelari per i due aggressori

Venerdì 22 Gennaio 2021
Polizia
1

BELLUNO - La Squadra Mobile di Belluno ha eseguito un'ordinanza cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale su richiesta della Procura della Repubblica, che ha disposto gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico per un bellunese, G.M., 23 anni, e l'obbligo di dimora nel Comune di Ponte nelle Alpi a un cittadino serbo, N.M., 31 anni. I due sono accusati di aver compiuto l'11 gennaio scorso una spedizione punitiva contro un loro conoscente accusato di aver sottratto loro una motosega. La vittima si era barricata dentro casa, e i due avevano abbattuto a spallate la porta d'ingresso, trascinando l'uomo sul pianerottolo, prendendolo a pugni e calci usando anche una catena avvolta alla mano, causandogli la frattura delle ossa nasali e contusioni multiple, giudicate guaribili in 20 giorni dai medici del Pronto Soccorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA