Sul Nevegal arriva la maxi panchina che delizia la vista

Sabato 12 Settembre 2020 di Federica Fant
​Sul Nevegal arriva la maxi panchina che delizia la vista
2
BELLUNO Una panchina enorme sarà installata sulle Erte Basse: servirà per godere del panorama verso Belluno. Anche sul Nevegàl ci sarà una delle Grandi Panchine di Chris Bangle, ormai un'attrazione simbolo dell'Alta Langa, in Piemonte. Un'iniziativa la Big Bench Community nata per sostenere le comunità locali, il turismo e le eccellenze artigiane dei paesi in cui si trovano queste installazioni fuori scala. In una porzione di terreno ad uso civico la Pro Loco Castionese provvederà a proprie spese a collocare l'installazione. L'intervento della posa della Grande Panchina avverrà nei pressi della casera Erte Basse e si inserisce in un'iniziativa promossa dalla Pro Loco Castione che è finalizzata a creare un circuito di percorsi, con più punti strategici e di sosta nei quali fermarsi a prendere visione dei panorami più belli offerti dal territorio locale. Tra questi, ovviamente, c'è il Nevegàl.

ENTUSIASMO
L'assessore al Turismo, Yuki d'Emilia ha commentato come «L'installazione di una panchina gigante in Nevegal è sicuramente un segnale positivo, visto che queste iniziative stanno sempre più diventando richiamo turistico a livello internazionale ha esordito -. Con questa posa, infatti, anche Belluno e il suo colle entrano nella Big Bench Community che collega centinaia di località turistiche a livello nazionale ed europeo accomunate proprio dalla presenza di queste maxi panchine. Quando abbiamo ricevuto la richiesta per la sua installazione, non abbiamo quindi potuto far altro che accogliere con soddisfazione la richiesta, e ringraziamo tutti quelli che si sono adoperati per la proposta e per la posa di questa opera che sarà un ulteriore motivo di richiamo turistico per il nostro Colle».

I SENTIERI
Anche se l'estate volge al termine anche il collega Marco Bogo, assessore allo Sport continua ad impegnarsi per il Nevegàl, in particolare pochi giorni fa si è svolta un'altra riunione che riguarda itinerari e sentieri: «Abbiamo affidato un incarico ad un forestale affinché progetti dove collocare la segnaletica in termini di pali e frecce. L'intento è dare un po' una logica su ciò che c'è spiega Bogo -. Erano presenti anche alcune associazioni. Ci siamo scambiati un po' di idee. Bella quella di Alessandro Molin (Scuola di Sci Nevegàl) di fare qualche ora di formazione sulle mappe, soprattutto rivolta ad operatori. Conoscendo il territorio si può indirizzare il turista a scoprirlo meglio». Iniziative, insomma, che fanno ben sperare chi lavora sul Colle, ma l'attenzione rimane focalizzata su cosa ne sarà degli impianti e quindi della stagione invernale. © RIPRODUZIONE RISERVATA