Chiude anche Unicredit, il paese senza bancomat

Domenica 12 Febbraio 2017 di Giuditta Bolzonello
12
LORENZAGO - La montagna dimenticata: è la solita storia, ma a Lorenzago non basta aver ospitato due pontefici per mettersi al riparo dal taglio dei servizi. La più recente chiusura, in ordine di tempo, è quella dell'ultima banca che era rimasta in piazza. Niente banca, niente bancomat. Per i prelievi ci si deve spostare a Vigo o Lozzo, comunque ci si deve mettere in strada. Eppure il sindaco Mario Tremonti ha fatto di tutto per convincere Unicredit a restare mettendo a disposizione, gratuitamente e pagando anche l'energia elettrica, lo spazio per ospitare lo sportello in municipio. 
«È una sconcezza - assicura Tremonti - mi sono arrabbiato molto, ma non è servito. La banca ha la memoria corta e non ricorda quanto lavorava in passato a Lorenzago». Già quando anche qui l'occhiale la faceva da padrone e il turismo, con le seconde case, andava alla grande. Della serie, un po' di gratitudine non avrebbe guastato. Lorenzago che vantava otto alberghi, ora ne ha uno e mezzo, nel senso che apre solo in alta stagione. E gli altri servizi? Tre giorni a settimana apre la farmacia, c'è il medico, l'ufficio postale; tanta grazia il lunedì, mercoledì e venerdì. E gli altri giorni? Si prende l'auto e si va nei paesi vicini e, per ora, più fortunati; ma quanto durerà questa fortuna è difficile dirlo. Gli amministratori si stanno impegnando su più fronti per un'offerta che attiri i turisti e che spinga il sistema a ricredersi, «perchè la concorrenza è fortissima, ma noi dobbiamo crederci e puntare sul paese dei Papi, dobbiamo pensare ad un turismo diverso, tutto natura, ambiente, paesaggio e, facendo passare un messaggio che solo a Lorenzago è possibile dichiarare ai quattro venti: qui avete la fortuna di passeggiare dove ha camminato un Santo». Per questo inverno avaro di neve intanto è funzionante, l'unica in zona, la pista per lo sci nordico, illuminata anche per la pratica in notturna, in località Pineta, e a servizio dello sci si stanno ultimando i lavori dell'omonimo ristorante che è di proprietà comunale. Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio, 09:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA