Il San Giorgio perde la pazienza: esonerato l'allenatore Ferro

Lunedì 26 Ottobre 2020 di Egidio Pasuch
Ivan Da Riz e a destra Alessandro Ferro, entrambi esonerati dal San Giorgio Sedico

Alessandro Ferro non è più l'allenatore del San Giorgio Sedico. Fatale la sconfitta nel derby di domenica contro il Belluno: la decisione del club neopromosso in serie D è stata presa ieri mattina in un vertice in cui è stata valutato l'inizio della stagione, molto sofferto, considerate le 4 sconfitte nei primi 6 incontri stagionali. Il San Giorgio ha ottenuto finora una vittoria e un pareggio e con 4 punti è al terz'ultimo posto, anche se le squadre che occupano l'ultima posizione, Arzignano e Chions, a quota 2, hanno una partita da recuperare. La società ha compiuto sforzi importanti sul mercato per rinforzare la rosa e attrezzarla per la serie D: il colpo dell'estate è stato Dario Sottovia, il bomber che non ha deluso le attese, segnando finora 5 reti. Non è stato ancora annunciato il nuovo allenatore mentre è stato smentito che la società avesse pensato di affidare la squadra a Ivan Da Riz, il vice di Ferro, in passato sulla panchina del Belluno in serie D, dopo esserne stato giocatore, responsabile del settore giovanile e direttore sportivo. Quindi, un uomo di calcio che, per quanto giovane, aveva le credenziali per assumersi la responsabilità di guidare il San Giorgio in D, ma sarebbe stato lo stesso Da Riz probabilmente a non voler prendere le redini della squadra, per restare "fedele" a Ferro.

VOTAZIONE IN CORSO

Intanto la Lega nazionale dilettanti ha chiamato a raccolta (online ovviamente) le società di serie D per sondare la volontà di andare avanti, o di fermarsi fino a fine novembre. I risultati si conosceranno oggi ma le tre società bellunesi (Union Feltre, Belluno e San Giorgio) sono favorevoli a continuare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA