Zalando investe in nuovi modelli circolari. Obiettivo: prolungare la vita di almeno 50 milioni di capi

Mercoledì 6 Ottobre 2021
Zalando investe in nuovi modelli circolari. Obiettivo: prolungare la vita di almeno 50 mln di capi entro il 2023

Svolta sostenibile per Zalando. La nota piattaforma di shopping di abbigliamento introduce nuove prassi all'insegna dell'economia circolare. Questo impegno sostiene l'obiettivo di applicare i principi di circolarità e prolungare la vita di almeno 50 milioni di articoli di moda entro il 2023 indicato nella strategia di sostenibilità di Zalando do.More. L'industria della moda opera in base a una sequenza lineare: prendi - produci - usa- smaltisci. Con le sue nuove iniziative, Zalando mira ad operare una transizione verso un sistema circolare, riprogettando ogni fase del ciclo di vita del prodotto in maniera olistica: disegna e produci - usa - riusa - chiudi il cerchio. Dal design in un'ottica di circolarità attraverso la collezione «redeZign for circularity», passando per la sperimentazione con le riparazioni, un costante ampliamento della propria offerta di capi second-hand, fino allo sviluppo di una piattaforma open source per la gestione degli scarti tessili nell'ambito del progetto Sorting For Circularity con Fashion for Good: la strategia di Zalando intende trovare risposte all'intero spettro delle sfide del settore coinvolgendo clienti, brand e partner. 

 «Per ridurre il proprio impatto negativo sulle persone e sul pianeta, l'industria della moda deve evolvere verso un sistema circolare. In Zalando, vediamo questo passaggio come un'opportunità unica di guidare un ripensamento del settore della moda, aprire nuovi flussi di entrate e trarre il massimo vantaggio da cambiamenti dirompenti nei comportamenti dei consumatori che stanno già accadendo», dice Lara Coppen, responsabile della circolarità di Zalando.

Collane a forma di cappio, bufera social su Givenchy

«Secondo il nostro rapporto sul divario tra atteggiamento e comportamento, oltre il 60% dei consumatori ritiene che sia importante che i propri capi di abbigliamento abbiano una seconda occasione piuttosto che finire in discarica. Il nostro obiettivo è stimolare a cambiare i comportamenti, indirizzandoli verso prodotti ed esperienze circolari. Non abbiamo ancora tutte le risposte, ma stiamo collaborando con importanti fautori del cambiamento del settore, testando ed ampliando nuove soluzioni per effettuare la transizione a un modo di lavorare completamente circolare».

Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre, 10:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA