Neve a Cortina, la Regina deve affascinare e non far ridere perché non sia una figuraccia mondiale

PER APPROFONDIRE: cortina, figuraccia, neve
Caro direttore
è bastata una giornata di neve (non una settimana) per mandare in tilt la viabilità di Cortina, sia interna che quella di accesso da nord e sud.
Anche se il cliente (l'ospite di Cortina in questo caso) ha sempre ragione, non posso che concordare con il Sindaco: è assurdo che i turisti si muovano senza gomme invernali e catene da neve ed è altrettanto assurdo che non siano stati fermati prima di arrivare in paese. È stata una nevicata ampiamente prevista nei tempi, nella durata e nei centimetri caduti, e chi ha creato disagi non ha alcuna giustificazione. Ho visto in via Franchetti, all'inizio della circonvallazione, autotreni , vetture e persino due camper senza catene messi di traverso creando a ritroso una coda di chilometri, ho visto suv e furgoni larghi due metri tentare di salire per la ripidissima via Faloria che ormai era una trappola per topi; in piena nevicata ho visto centinaia di vetture tentare di entrare in Largo Poste per l'aperitivo, quando ormai anche un cieco vedeva che non ci stava più nemmeno una bicicletta. Insomma facciamo tutti operatori, amministratori e ospiti una riflessione perché non accada più: la Regina deve affascinare, non far ridere.


Luca Alfonsi
Cortina d'Ampezzo


Caro lettore, 
che molto spesso i turisti, in estate e ancor più in inverno, non abbiamo molta dimestichezza con l'ambiente alpino, che non sappiano guidare sulla neve e neppure montare le catene (quando le hanno), è cosa ben nota. Non lo scopriamo oggi, men che meno a Cortina. Così come sappiamo che l'Alemagna è (irresponsabilmente) percorsa dai Tir e la rete stradale che conduce nella Conca ampezzana ferma agli anni 60. 
Ma proprio perchè tutte queste sono cose ben conosciute, il dovere di chi amministra e gestisce i servizi pubblici è attrezzarsi per fare in modo che se nevica (e in montagna per fortuna succede ancora...) una località come Cortina, che giustamente aspira a vetrine mondiali, non vada in tilt, non si blocchi. Nei giorni scorsi questo, semplicemente, non è successo. E i risultati si sono visti. Dopodichè evitiamo pure la caccia al colpevole. Ma non minimizziamo. Chiediamoci piuttosto cosa si deve e si può fare perchè questo non accada più. E perchè durante i prossimi Campionati del mondo Cortina, il Nordest e l'Italia non rischino una figuraccia mondiale per qualche decina di centimetri di neve.

Ps: Un felice e sereno 2018 a tutti
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 31 Dicembre 2017, 13:47






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Neve a Cortina, la Regina deve affascinare e non far ridere perché non sia una figuraccia mondiale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2018-01-03 08:30:14
Sig. Direttore mi pare evidente che ognuno di noi ha in mente un codice della strada diverso da quello di altri. Ci può dare delucidazioni in merito?
2018-01-03 06:26:49
Vecchia idea anni 70-80.... delksecolo scorso sostenuta da Gianni Demichelis:Autostrada Venezia Monaco.Allora insorsero in molti ambientalisti, adesso si rivanga e si rimpange.Intanto la Montagna si e'spopolata.In caso di intasamentio stradale, non resterebbe che parcheggiare l'auto e recarsi a Cortina con sci e le pelli di foca o le ciaspole ...camminando sulla ciclabile.
2018-01-02 22:50:40
E' il risultato che conta davanti agli schermi mondiali, non le cause.- Al giapponese che vede le strade impraticabili con colonne di auto ferme per tante ore, in seguito ad una normalissima nevicata invernale, le cause interessano poco o niente.- Le cause son affari nostri, automobilisti, amministratori, addetti ai lavori, però il risultato è derisione dal mondo che ci guarda.-
2018-01-02 16:57:49
.. il problema non è la neve, certo non cosa nuova nella storia dell'umanità. ma in quella ( gran ) parte di quest'ultima che si è arrogantemente snaturalizzata nella sua convinzione di super potenza terrena.. il caos che ne è susseguito va visto invece come immagine della sua estrema naturale perenne debolezza.. più che far ridere fa pensare.. e ciò non è male..
2018-01-01 20:17:29
Ragazzi la testa del turista medio invernale di cortina non si cambia in 5 anni