Famiglia e sesso, è normale avere opinioni diverse. Non lo è cercare di vietare a qualcuno di esprimerle

Caro direttore,
il congresso mondiale delle famiglie si terrà a Verona il 29-31 marzo 2019. La famiglia è un bene umano fondamentale dal quale dipendono l'identità e il futuro delle persone e della comunità sociale. Solo nella famiglia fondata sull'unione stabile di un uomo e una donna, e aperta a un'ordinata generazione naturale, i figli nascono e crescono in una comunità d'amore e di vita, dalla quale possono attendersi un'educazione civile, morale e religiosa. La famiglia ha meritato e tuttora esige tutela giuridica pubblica, proprio in quanto cellula naturale della società e nucleo originario che custodisce le radici più profonde della nostra comune umanità e forma alla responsabilità sociale. Non a caso i più importanti documenti sui diritti umani qualificano la famiglia come (nucleo fondante della società e dello Stato). Il mio è un grande sì alla famiglia composta da un uomo e una donna.

Mario Morara
Mira (Ve)


Caro lettore,
il suo punto di vista è certamente condiviso da molte persone e una parte di esse forse si ritroveranno a Verona a fine mese. Naturalmente la si può anche pensare in modo diverso e in tanti infatti non si riconosceranno, in tutto o in parte, nelle sue affermazioni. Non c'è nulla di strano: stiamo parlando di temi, come la famiglia o la sessualità, che toccano corde sensibili di uomini e donne: la loro formazione culturale e religiosa, la loro educazione, il loro vissuto, la loro sensibilità. Che esistano opinioni diverse, anche radicalmente diverse, su questioni così complesse e insieme delicate, è del tutto normale. Ciò che non è normale è il tentativo di impedire a qualcuno di esprimere queste opinioni. Di negare loro il diritto di cittadinanza nel dibattito pubblico. La pretesa insomma di imporre un pensiero unico. È quello che mi pare stia accadendo per il Congresso delle famiglie di Verona dove alcuni oppositori sono giunti a proporre di boicottare gli hotel che ospitano i partecipanti all'assise. Ma chi, come i militanti delle organizzazioni Lgbt ( lesbiche, gay, bisex e trans) ha combattuto e combatte per quelli che ritiene essere i propri diritti, dovrebbe sapere che il primo diritto da difendere e tutelare è quello di parola e di pensiero. Innanzitutto di chi la pensa diversamente.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 21 Marzo 2019, 05:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Famiglia e sesso, è normale avere opinioni diverse. Non lo è cercare di vietare a qualcuno di esprimerle
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2019-03-22 11:59:21
Faccio presente al signor Morara che attualmente non mi pare il sistema famiglia funzioni così bene visto il dilagare della delinquenza giovanile, dei neet e delle violenze domestiche che spesso vedono coinvolti mariti padri padroni, dovrebebro concentrarsi sul risolvere questi problemi prima di sbandierare meriti.
2019-03-22 11:56:09
... gli animali sono programmati per la salvaguardia della specie dalla natura stessa e la cosa va sotto il nome di istinto.. l'uomo diversamente può scegliere e come si sa ha scelto male.. otto miliardi di ometti in guerra con le pantegane per i primati riproduttivi ( otto a dodici ) sta portando il pianeta alla rovina . ma con ciò la famiglia ha ben poco da spartire.. un buon padre di famiglia non avrebbe mai distrutto la dote ( terra ) dei suoi figli ne rubato il loro futuro.. la famiglia non lo avrebbe consentito..
2019-03-22 11:49:30
Lo stato deve tutelare i diritti civili di tutti. La religione, riguardo alle leggi deve contare quanto il calcio, cioè nulla. Questo paese si dice laico ma è ben lontano di esserlo.
2019-03-22 11:35:13
Stiamo viaggiando sui 10 miliardi di abitanti sulla Terra, ..percio'anche se ci sono famiglie non prolifiche o non tradizionali, nella massa non si nota neppure.
2019-03-22 06:56:23
la famiglia è quell'insieme di 2 animali della stessa specie e rigorosamente di sesso opposto, che con l'amore possono unirsi e figliare, salvaguardando la propria specie nel tempo, tutto il resto fuori di questo contesto in natura non esiste come famiglia. non è la religione che crea le famiglie, e nemmeno un agglomerato di individui di sesso uguale della specie umana, che si incontrano per puro divertimento sessuale ossessivo orgia, o il singolo che si crea del piacere da solo, onan, le religioni in questo hanno donato solo dei termini da corrispondere per la razza umana, altre specie animali non ne hanno bisogno, perché nulla avviene di queste distorsioni sessuali diversamente riproduttive, che sono solo umane.