Gli accreditano sul conto duemila miliardi di euro: per poche ore diventa l'uomo più ricco al mondo

PER APPROFONDIRE: conto, ricco
Gli accreditano sul conto duemila miliardi di euro: per poche ore diventa l'uomo più ricco al mondo
Una storia assurda, quella di Luc Mahieux, un assistente parlamentare belga. Per un puro caso, per qualche ora, è diventato a sua insaputa l'uomo più ricco dell'intero pianeta. Luc, abitante di Dinant, ha infatti scoperto mercoledì scorso che qualcuno aveva versato sul suo conto Visa la sbalorditiva cifra di oltre 2.000 miliardi di euro.



Il 'Paperone per errore' si è fatto vivo con la sua banca ed è diventato per alcuni giorni il beniamino dei media locali. «Ho pensato di risolvere tutti i miei problemi», racconta con una risata amara all'emittente locale MaTelé Luc. La strana sensazione di essere il più ricco di tutti i tempi è durata fino a oggi, quando la banca ha finalmente cancellato la somma.

 

L'Iban di provenienza della somma corrispondeva a quella di un sito 'famoso' di cui avrebbe di recente cancellato l'abbonamento, che gli costava un prelievo fisso di 30 euro al mese. Ma i tecnici antifrode non si sono ancora spiegati come una simile somma sia arrivata sul suo conto e da dove. Luc Mahieux ha voluto liquidare la faccenda con una battuta sul suo account Facebook, precisando a tutti i suoi «futuri» potenziali amici di non avere più soldi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 12 Febbraio 2018, 19:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Gli accreditano sul conto duemila miliardi di euro: per poche ore diventa l'uomo più ricco al mondo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-02-13 16:11:16
Una bufala oggidi' chiamata fake news perche' di moda.
2018-02-13 13:30:52
quello che mi sa strano è che non hanno capito chi ha fatto l'accredito.
2018-02-13 11:39:50
Gli è andata bene perchè è Belga, se fosse stato italiano arrivavano subito qualche centinaia di migliai di euro di tasse. Vai poi a spiegare a equitalia che non hai mai posseduto quella cifra, cause controcause ma alla fine la cartella arriva sempre. Il caso forse nessuno se lo ricorderà più, ma una signora ha fatto un versamento alle poste di X€ nel suo conto corrente. Purtroppo l'mpiegato ha commesso un errore che non ha corretto in tempo ha digitato uno zero in più. Accortosi dell'errore ha fatto fare alla signora uno storno di tale somma. I tempi meno di 5 minuti con conteggio aperto, tra le due operazioni. Ebbene sono anni che gli chiedono soldi. Anche se tutti dall'impiegato alle registrazioni contabili di cassa ai giudici hanno confermato l'errore e l'assenza di tale somma sia in entrata che in uscita. Ma la richiesata va avanti per tasse non versate, soldi nascosti al fisco, in nero e altro. Già lei non è belga è italiana.