Scacco alla "mafia" di Roma, nuovo colpo al clan Casamonica: 23 arresti

Nuovo colpo ai Casamonica: 23 arresti
Nuovo attacco alla mafia di Roma. Nuovi blitz dei carabinieri contro presunti appartenenti al 'clan' Casamonica. I militari del Comando provinciale di Roma stanno eseguendo 23 misure cautelari, emesse dal gip di Roma su richiesta della procura di Roma, nei confronti di appartenenti alle famiglie Casamonica, Spada e Di Silvio, tra cui 7 donne. Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di estorsione, usura, intestazione fittizia di beni, spaccio di stupefacenti. Reati in buona parte commessi con l'aggravante del metodo mafioso. 

Giornalista minacciata dai Casamonica: bottiglia con liquido infiammabile nell'auto

Le indagini che hanno portato alla nuova operazione sono la prosecuzione dell'operazione 'Gramignà che la scorsa estate fece scattare misure nei confronti di altri 37 appartenenti al clan. L'operazione è scattata all'alba e ha visto all'opera circa 150 carabinieri del comando provinciale di Roma con l'ausilio di unità cinofile e del peronale dell'ottavo reggimento Lazio. Perquisizioni e arresti sono in corso a Roma, in provincia e in altre regioni italiane.

 
 

«Un ringraziamento sentito agli uomini del Comando Provinciale dei Carabinieri e ai magistrati della Procura di Roma per il loro lavoro importantissimo. Le accuse ai clan sono pesantissime: c'è la reazione dello Stato. Grazie a nome di tutta la città», commenta il sindaco Virginia Raggi.

E sull'operazione interviene anche Salvini. «Grazie alle forze dell'ordine e agli inquirenti, nessuna tregua ai criminali, sottolineando che presto sarà ad Anzio per «restituire una villetta confiscata ai cittadini».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 15 Aprile 2019, 07:35






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Scacco alla "mafia" di Roma, nuovo colpo al clan Casamonica: 23 arresti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-04-15 19:18:42
Basterebbe confiscare OGNI bene di cui NON si puo' dimostrare la lecita provenienza. Si sana il debito pubblico in tre mesi e vedrete che decine (se non centinaia) di migliaia di brave persone emigrano spontaneamente in Africa, portandosi dietro quello che possono
2019-04-15 14:43:57
Per quanti ne mettano in galera c'è subito pronto il sostituto o, come in questo caso, nel rispetto della par condicio, le sostitute !!!
2019-04-15 10:37:55
........ma e' tutta una mafia....soffochiamo sempre piu'in questa cloaca......!.....Help......!
2019-04-15 10:37:37
Aspettiamoci le solite interviste in cui fanno i martiri innocentini.
2019-04-15 10:11:13
sintonovich !