Fedriga ricoverato per la varicella, “È un no-vax”, e partono gli insulti

PER APPROFONDIRE: massimiliano fedriga, varicella
 Massimiliano Fedriga
Massimo Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia, è stato ricoverato in ospedale dopo essere stato contagiato dal virus della Varicella. Da questa vicenda è nata una polemica sul web, tra chi accusava Fedriga di essere un no-vax e lo stesso governatore che ha immediatamente chiarito: «Sto leggendo una serie di commenti su Twitter di fenomeni festeggianti perché sono stato ricoverato affermando che sarei un Novax. Questa setta di invasati che seguono Burioni non hanno nemmeno letto le mie interviste dove dico che sono a favore dei vaccini e per raggiungere il risultato è necessaria un'alleanza con le famiglie non l'imposizione». Lo ha scritto su Facebook il presidente del Fvg, Massimiliano Fedriga, dopo essere stato bersaglio di una serie di commenti - alcuni dei quali anche offensivi. «Hanno perfino detto che avrei preso la varicella dai miei figli - prosegue - non sapendo nemmeno che i miei figli sono vaccinati, come ho dichiarato in più interviste».



BURIONI LANCIA L'APPELLO: VACCINATEVI ANCHE DA ADULTI
«Se non siete certissimi di avere avuto la varicella da bambini, io vi consiglio di vaccinarvi». Il virologo Roberto Burioni, sul suo sito "Medical Facts", lancia questo appello agli adulti partendo da un fatto di cronaca: «Il presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga. Una notizia che ci ripropone il tema delle vaccinazioni in età adulta, importantissime per evitare spiacevoli complicazioni e a volte quasi indispensabili per le donne che vogliono iniziare una gravidanza», scrive il medico. «Questa volta non mi rivolgo ai genitori e non vi scrivo neanche la solita tiritera, su quanto sia importante vaccinare i propri figli per difendere loro e chi non si è potuto vaccinare. Questa volta parlo a voi, adulti come me. Se non siete certissimi di avere avuto la varicella da bambini (e la mamma che vi dice "tranquillo l'hai avuta", e neanche il librettino con la scritta del medico che vi ha visitato vi offre questa certezza), io vi consiglio di vaccinarvi. Non per proteggere gli altri, ma perché - ve lo garantisco - la varicella è una malattia molto contagiosa e prenderla da adulti è davvero qualcosa di molto, molto, molto spiacevole. Nel migliore dei casi passate 15 giorni a grattarvi come i pazzi, nel peggiore possono accadere tanti guai che non sto a elencare, ma che potete evitare con una semplice, sicura ed efficace vaccinazione. Se poi, oltre a essere adulti, siete donne in età fertile - precisa Burioni - ricordate che contrarre la varicella mentre si aspetta un bambino non è un guaio: è una tragedia. Poi vedete voi. Negli ospedali non mancano mai pazienti ricoverati perché non si sono vaccinati e che stanno soffrendo pene dell'inferno a causa di una varicella: vedete voi se volete essere uno di questi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 15 Marzo 2019, 16:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fedriga ricoverato per la varicella, “È un no-vax”, e partono gli insulti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 34 commenti presenti
2019-03-15 18:40:47
I fatturati delle industrie farmaceutiche sarebbero molto superiori se la gente non si vaccinasse !! Sai quante medicine per curare le varie malattie .Mi sembra che i fanatici (poveretti) non stiano solo da una parte..
2019-03-15 17:28:30
Nel settecento i vaccini non c’erano e la gente moriva come mosche. Quando ero bambino io migliaia e migliaia di bambini erano vittime della cosiddetta paralisi infantile e c’era la difterite che imperversava e parliamo di una 60ina di anni fa. Quando uno non sa rischia di scrivere fregnacce è infatti tu le hai scritte!
2019-03-15 17:26:12
Ma che alleanza, obbligo, punto!
2019-03-15 18:05:07
La varicella presa da adulto e' malattia "fastidiosa" specie negli uomini (state una settimana con la faccia piena di bolle che prudono e la barba che si allunga e poi vedete ...). Pero'. Il vaccino esiste da poco tempo, dal 2005, ed e' obbligatorio per i nati dal 2017. Il paradosso della diffusione delle vaccinazioni e' che mentre in passato i virus circolavano di piu' e molti erano esposti naturalmente(pur senza ammalarsi in maniera palese) adesso i "giovani adulti" sono stati esposti di meno da bambini e sono a maggior rischio da adulti. D'altro canto se un adulto non ha uno specifico profilo di rischio professionale e' difficile che si vaccini "da grande". Poi magari finisce ricoverato.
2019-03-15 18:38:42
Il vaccino per la varicella non da la sicurezza di non prenderla tanto che io la varicella l'ko fatta due volte, da bambino e da da adulto. Altri invece che l, 'hanno fatta da bambini, da adulti sviluppano l' herpes zoster causato dal medesimo virus..