Si infilza sul guardrail in tangenziale: morto sul colpo il conducente

Si infilza sul guardrail in tangenziale: morto sul colpo il conducente

di Luca Pozza

VICENZA - Dramma della strada nel giorno di Capodanno a Vicenza: un uomo di 56 anni, Roberto Biasin, residente nel capoluogo berico, è morto nel tardo pomeriggio, poco dopo le 17, andando a urtare con la propria automobile, una Hyundai, la cuspide di un guard rail all'ingresso della tangenziale del capoluogo berico, in viale Annecy, allo svincolo autostradale di Vicenza Est, a poche centinaia di metri dall'ingresso sulla A4 Serenissima.
 
 

A causa dell'urto, molto violento, il guard rail è penetrato nella parte anteriore della vettura, colpendo in maniera letale l'automobilista, che non ha avuto scampo. I vigili del fuoco di Vicenza, accorsi con due automezzi tra cui l'autogru, hanno estratto l'uomo dall'auto, ma nonostante i soccorsi il personale medico del Suem 118 dell'ospedale San Bortolo non ha potuto che constatare la morte del conducente. La Polizia stradale di Schio ha eseguito i rilievi del sinistro per ricostruire la dinamica del sinistro. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate dopo circa due ore.

Secondo le prime ipotesi l'uomo, che stava rientrando a casa dopo il pranzo di Capodanno a casa di parenti, potrebbe aver perso il controllo dell'auto a causa del fondo viscido dell'asfalto o per un malore. Sul luogo della tragedia, che non ha visto il coinvolgimento di altri mezzi, non sarebbero stati rilevati segni di frenata. Pesanti i disagi al traffico, peraltro non molto sostenuto nella giornata di oggi: sul posto anche il personale dell'autostrada Brescia-Padova.


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 1 Gennaio 2019, 20:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Si infilza sul guardrail in tangenziale: morto sul colpo il conducente
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2019-01-02 13:43:11
Il problema non e' il guardrail in se' ma come viene posizionato: non e' questo il caso ma spesso tale barriera anziche' essere continua (lungo i canali o le strade alberate) e' discontinuo, troppo spesso semplici spezzoni di pochi metri intervallati da decine di platani o fossi profondi. Inoltre tali "mini" guardrail sono spesso ancor piu' pericolosi (se l'auto vi si infilza) come capita talora, soprattutto sulle strade venete, tra le piu' pericolose d'Italia (te lo dice uno che ha girato molto nel mondo).
2019-01-02 11:36:16
Quando le auto vanno a finire contro i platani, allora tagliare tutti gli alberi, quando invece si infilzano sul guard-rail, allora è colpa del disgraziato... faccio fatica a seguire questi ragionamenti logici del pensare comune...
2019-01-02 11:29:01
Ancora con questi guard rail pericolosi ! Qualcuno avrà pure la responsabilità di averli sistemati in quel modo. Se non vado errato, andando 20 anni indietro, questo tipo di incidenti non esistevano.
2019-01-02 10:31:41
Ma il guardrail non dovevano essere tutti interrati all'inizio e alla fine per evitare queste situazioni? Non è colpa del "rail" come ha commentato qualcuno, ma un malore può venire a tutti o si può essere coinvolti in una carambola.
2019-01-02 11:54:55
Untore, qualcuno evidentemente non pensa alle varie possibili situazioni. Visto che è possibile rendere i guard rail più sicuri per tutti non vedo perché dovremmo accontentarci.