Mattanza all'addio al celibato: muore accoltellato un 21enne, sette feriti. Fermati un romeno e un albanese

Mattanza all'addio al celibato: muore accoltellato un 21enne, sette feriti. Fermati un romeno e un albanese
TREVISO - Addio al celibato finito in
tragedia ieri notte, 29 settembre 2018 a
 Villorba, per una lite dove sono
spuntati coltelli che hanno causato la morte di un ragazzo di 21
anni e il ferimento di altri sette
. Gli aggressori, datisi alla fuga, un
cittadino romeno e uno albanese, sono stati fermati in serata
dai carabinieri dopo alcune ore.

Luogo della tragedia, un parcheggio di un condominio a Fontane Chiesa Vecchia
di Villorba
(Treviso), dove ieri sera intorno alle 22.30 è
arrivato un gruppo di una quindicina di giovani di origine
moldava
. Erano reduci da una festa per l'addio al celibato di
uno di loro, Giovanni, 24enne, e si sono fermati a chiacchierare, forse con un
tono di voce troppo alto, sotto l'abitazione del festeggiato.

Ma dalla finestra di un appartamento sono giunte
le proteste per rumori eccessivi da parte di due o tre uomini sui trent'anni, cittadini romeni o comunque dell'Est secondo le prime testimonianze delle
vittime
, con i quali il gruppo di moldavi ha avuto un alterco.

Gli uomini che protestavano per i rumori eccessivi sono allora scesi ad affrontare il gruppo di moldavi, ma lo hanno fatto armati di coltelli affilati: una volta giunti nel parcheggio hanno
iniziato a tirare fendenti tra i ragazzi, colpendo a caso. Ed è stata una mattanza.

Sul selciato, colpito da una profonda coltellata, è rimasto esanime Igor Ojovanu, 21 anni,
studente e lavoratore
, morto ancor prima che arrivassero le ambulanze, nonostante il massaggio cardiaco tentato dai suoi amici.

Sette i ragazzi feriti dalle coltellate, tre - tra cui il promesso sposo - in condizioni gravissime. Sono arrivate quattro ambulanze del Suem 118, che
hanno iniziato a trasportare all'ospedale Cà Foncello a
Treviso i feriti. Per Igor invece non c'è stato niente da fare.
Gli accertamenti, avviati dalla Compagnia dei carabinieri di
Treviso, comandati dal capitano Stefano Mazzanti coordinati dal
sostituto procuratore Daniela Brunetti, hanno portato al fermo,
poche ore dopo, di due sospettati: si tratta di un cittadino
romeno e di uno albanese
. Erano scappati in auto, ma poco tempo
dopo si erano recati al pronto soccorso dell'Ospedale, per farsi
medicare alcune ferite da taglio, che probabilmente si erano
procurati durante la rissa. Sono stati quindi condotti in
caserma, in cella di sicurezza. Per ora non hanno risposto alla
domande dei carabinieri.
 
 


Tutti i particolari sul Gazzettino del 1 Ottobre

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 30 Settembre 2018, 08:38






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Mattanza all'addio al celibato: muore accoltellato un 21enne, sette feriti. Fermati un romeno e un albanese
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 116 commenti presenti
2018-09-30 12:07:42
Non mi si venga a dire che cose del genere succedevano anche da noi anni fa prima del fenomeno migratorio. Da noi ,parte alta della provincia di Treviso fino a fine anni novanta si dormiva con la porta aperta,quando si andava a fare la spesa la chiave rimaneva in macchina perché nessuno immaginava tutto questo. Perché accade tutto quest? È semplice . Perché molti stati dell est approfittando di sheghen si sono sbarazzati dei loro avanzi di galera grazie alle nostre leggi più permissive e ad una giustizia creativa che riesce a rilasciare uno spacciatore perché lo spaccio è la sua unica fonte di sostentamento. Poi ci si chiede perché un 8% della popolazione fornisce il 40% dei detenuti,ma ci si guarda ben dal dire che il fenomeno migratorio ha portato delinquenza in nome del politicamente corretto.
2018-09-30 11:50:17
Integrazione ? se li hai vicini di casa devi sempre lasciare perdere e mai questionare ....davanti a casa mia un ragazzo vette sempre l'auto per traverso occupando 2 posti, e in conseguenza anche gli altri, alla fine di 7 posti ci stanno 5 auto e non puoi discutere. Con i neri è ancora peggio ...evviva l'integrazione
2018-09-30 09:27:53
fuori dai piedi... tutti, subito!
2018-09-30 16:08:52
non c'erano dubbi sulla provenienza
2018-09-30 18:42:38
Questi sono i giovani immigrati dell'est, venuti apposta in Italia per pagare le pensione agli italiani.