Martedì 7 Agosto 2018, 11:42

Zaia al governo: «Vaccini, ora adotti il modello del Veneto»

PER APPROFONDIRE: governo, luca zaia, modello veneto, vaccini
Luca Zaia

di Alda Vanzan

Sui vaccini il Veneto non presenterà ricorso come hanno annunciato alcune Regioni. «Io non ricorro per un fatto di coerenza, mantengo la mia linea». Lo dice il governatore Luca Zaia. Che a Palazzo Chigi fa una proposta: «Si adotti il modello veneto da Nord a Sud». Presidente Zaia, i bambini potranno andare a scuola anche senza presentare i certificati di vaccinazione. Concorda con la proroga di un anno? «Lasciatemi fare una premessa. Noi rappresentiamo una Regione che in maniera non ideologica o...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Zaia al governo: «Vaccini, ora adotti il modello del Veneto»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-08-07 16:16:14
Il modello veneto, cioè il passaggio dall'obbligo alla sola raccomandazione nel 2007, ha dimostrato la sua inadeguatezza visto che il risultato ottenuto è stato un calo delle coperture nei dieci anni della sua attuazione.
2018-08-07 18:14:26
guadagno coi vaccini obbligatori + 1500 % ?? fonti e bilanci per favore ..soprattutto con la % ale dei ricavi dei vaccini sul totale del fatturato .... mi sa che devi togliere 3 zeri al tuo 1500 % ... ma per piacere ... ma leggete i commenti prima di schiacciate il tasto invio ?
2018-08-08 10:29:45
Allora verifica il dato e poi pubblicalo ...
2018-08-07 13:17:03
A me sembra che NON si parli del vero problema -- da un lato legato all'aumento delle malattie infettive in tutto il Paese (i dati relativi alla salute pubblica anche del Veneto sono OSCURATI -- di proposito?) e dall'altro lato l'enorme interesse economico dell'Industria Farmaceutica che ora -- grazie ad all'OBBLIGO di vaccinazione delle autorita' centrali -- guadagna anche piu' di prima (oltre il 1500 per cento). E' il modello Veneto --di autocertificazione -- quello giusto? NON mi e' chiaro, anche perche' si espongono persone (di qualsiasi eta') non vaccinate ad infezioni che possono contagiare anche quelle vaccinate, ma piu' deboli. Intanto, tutti i dati che ho visto dicono che c'e' un aumento locale delle infezioni.
2018-08-07 14:07:53
Aggiungo, che il "modello Veneto" riguarda ANCHE strategie (usate dai ns. veci -- ISOLE? altro?) per minimizzare le malattie infettive che sono in crescita -- legate alla globalizzazzione ed al movimento di persone (turbercolosi, Zika, Ebola, febbre del Nilo, legionella, lebbra, forse polio, infezioni enteriche, HVI, molte di natura sessuale --quando i rapporti non sono protetti, e altre)...Dico: che STRATEGIE suggerisce il "modello Veneto"? E' tutto molto opaco, mi sembra. Io, se fossi Zaia, vedrei questa situazione a tutto campo (come Salute Pubblica Veneta), forse i professionisti hanno delle idee in proposito, non solo vaccini.