​«Il suo cane è grande come una mucca: non può entrare nel supermercato»

PER APPROFONDIRE: cacciato, cane, pordenone, supermercato
​«Il suo cane è grande come una mucca: non può entrare nel supermercato»

di Alberto Comisso

PORDENONE - «Il suo cane è grande come una mucca, non può entrare nel supermercato». È quanto si è sentito dire un uomo che, recandosi in un supermercato dell'hinterland pordenonese, è stato bloccato all'accesso. Zeus è un Akita americano che non si separa mai dal suo padrone, Pare, però, che non sia ben accetto in quel negozio a causa delle sue dimensioni. Per questo è stato lo stesso padrone a chiedere aiuto al Movimento animalista del Friuli Venezia Giulia per capire se un simile diniego sia legittimo o meno.

Nella vicenda è intervenuta Alessandra Marchi come coordinatrice regionale del movimento ed anche in veste di avvocato. Il legale ha scritto al supermercato in questione evidenziando che la legge parla chiaro: 'Il responsabile di un esercizio commerciale può decidere di far accedere l'animale oppure di vietarne l'accesso. Deve tuttavia inviare una comunicazione al sindaco, che se però non viene affissa l'accesso non può essere negato''.

«Poiché non si fa menzione di alcuna limitazione o deroga ad una sua applicazione riconducibile alla dimensione dell'animale - sostiene Marchi - il diniego non è legittimo. E' poi accaduto che sempre a Zeus, deciso che non si poteva vietargli l'accesso al supermercato, sia stato imposto di indossare la museruola». «Il supermercato - sottolinea il legale - non è certamente un luogo dove occorre indossarla per entrare ma solo a richiesta in caso di rischio per l'incolumità di persone e animali che va valutato e non presunto».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 1 Febbraio 2018, 19:37






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
​«Il suo cane è grande come una mucca: non può entrare nel supermercato»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 46 commenti presenti
2018-02-02 17:03:29
Sono appena rientrato dall'Australia che ha fama di esser in paese civile. I cani (even the cute one) non possono entrare nei negozzi, ristoranti ed altro. Nelle spiagge dove ci sono bagnanti possono entrare solo al guinzalio. In due mesi, trascorsi tra Newcaste, Sydney, Melbourne, Adelaide, Perth, Exmouth....non ne ho contati 10 in giro per le Mall o i parchi cittadini. Forse che in Australia non ci sono cani? Non credo. Un "farmer" originario della Pedemontana del Grappa, mi spiegava che fino agli anni settanta/ottanta, per tenere liberi i cinquanta ettari di fattoria, dai conigli, di cani ne aveva quaranta. E se un giorno, uno degli "ospiti" che arrivano sulle spiagge di casa nostra con i barconi, portasse legittimamente il suo dromedario (che generalmente odora di urea)e lo volesse portare, legittimamente, come il cane, al supermercato o al bar? Mi auguro che non serva arrivare alla Terza Guerra Mondiale, per recuperare in po' di buon senso.
2018-02-02 15:55:23
Lo scopo di molti non e'avere la compagnia del cane (o pet therapy), ma di usarlo come strumento di sopraffazione.Guai a brontolare. Si scatenano con un pacco di sentenze fotocopiate in apposita cartellina tenuta in borsa.Strabuzzano gli occhi , inveiscono sputazzando . Catalogano solo quelle a loro favore.Sono noti e schivati , macchiette del paese, compatiti loro ed i loro cani ( pet therapy??mission impossible!! , povere bestie) Oggi pioggia fitta...alcune cacche lentamente si sciolgono , altre sono insolubili e impermeabili, altre al riparo di portici, secche e fossilizzate ...diventeranno protette dalla Belle Arti...assieme alle colonneo ai masegni..
2018-02-02 16:54:13
purtroppo è vero
2018-02-02 15:15:09
Mi sembrava di aver capito che gli animali non possono entrare negli esercizi commerciali ove si trattino generi alimentari se non esclusivamente preconfezionate. Di quale supermercato si tratta? Non vende salumi, carni al taglio, frutta e verdura sfuse?
2018-02-02 21:44:17
Praticamente TUTTI i supermercati vendono frutta e verdura sfusi e hanno un banco "gastronomia" che vende pane, salumi e formaggi. Molti hanno un banco "carne" e uno "pesce": e se il cagnone decide di sfamarsi e/o di fare una merendina . SE si ferma in un angolo per un "bisogno impellente" ?