Turiste minacciate a San Marco dagli abusivi del racket del grano

Turiste minacciate in centro dagli abusivi del racket del grano

di Giorgia Pradolin

VENEZIA - «Ci hanno chiesto 80 euro, gliene abbiamo dati 60. Non eravamo d’accordo ma ci hanno circondate e avevamo paura per i nostri bambini».  Cronaca della vigilia di Natale in Piazza San Marco, dove il racket del grano non conosce pause per le feste natalizie. Protagoniste alcune turiste orientali a passeggio con i loro bambini, avvicinate dai venditori stranieri di granturco. Sono proprio loro, le donne orientali e i bambini, le prede preferite degli irregolari, soggetti indifesi con i quali è facile fare la voce grossa per estorcere denaro, soprattutto quando si ha dalla propria parte la forza dei numeri.
 

Le due turiste spiegano di essersi accorte che uno straniero metteva del grano nelle mani dei loro bambini per dar da mangiare ai piccioni, ma credevano fosse un regalo. Ad un certo punto però, i venditori le hanno circondate chiedendo “Money, money!”. Alla richiesta delle sprovvedute “How much?” (Quanto?) gli abusivi hanno sparato la cifra di 80 euro, 20 euro a testa per un pugnetto di mais. E’ scattato il rifiuto delle orientali che però raccontano di esser state circondate. Una scena simile era capitata solo pochi giorni prima, e in piazza purtroppo non è una novità. 

Da un paio di giorni all’ombra del campanile si vedono più vigili urbani a presidiare l’area marciana, grazie all’assunzione dei nuovi 20 agenti. «Durante l’estate la situazione era migliorata molto con i giovani vigili che rincorrevano e fermavano gli irregolari - commenta il commerciante - auspichiamo che tornino a vigilare sulla Piazza».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 29 Dicembre 2017, 07:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Turiste minacciate a San Marco dagli abusivi del racket del grano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 77 commenti presenti
2017-12-29 18:16:00
se i venditori di grano finiscono in un canale, i piccioni li salverebbero? E quelli in divisa, italiani, che non sono in gradi di tenere sotto controllo niente, arresterebbero quelli che fanno finire a bagno i venditori di grano? Quesisti di fine 2017
2017-12-29 17:15:49
A quando la pulizia di questa "cragna"
2017-12-29 17:15:05
speriamo che il sindaco o chi per lui si prenda la briga di leggere i commenti di certe notizie....o non sente..non vede..non parla?
2017-12-29 17:02:47
Venezia,se la conosci la eviti,se la conosci non ti dissangua....tanto ci avrebbe pensato qualche pseudoristoratore furbastro a spennarle,venessiano DOC.Cari turisti,visitate il Sud Italia,gente educata ,calorosa,laboriosa,sincera,buon cibo a prezzi onesti,paesaggi incontaminati,clima mite.Lasciate perdere la cloaca a cielo aperto,ormai ha il destino segnato:Venexistan.
2017-12-29 17:52:02
Questo è ciò che qualcuno d'oltralpe forse ha in mente: rendere Venezia invivibile, abbassare i prezzi degli immobili e delle locazioni aprendo ostelli low cost in terraferma, oberare i piccoli proprietari di tasse per costringerli a svendere a scanso di esproprio a ricchi avvoltoi stranieri, i quali poi, fatta piazza pulita di bengalesi, rom, africani, rumeni eccetera, trasformeranno la gloriosa capitale della Serenissima in un esclusivo albergo diffuso extralusso. Veneziani, teniamo duro!