Bandito ucciso nella rapina, busta
con proiettili per Zancan e Stacchio

PER APPROFONDIRE: nanto, proiettili, stacchio, zancan
Bandito ucciso, busta con 2 proiettili
per Roberto Zancan e Graziano Stacchio

di Giorgio Zordan

NANTO – La più classica ma anche la più esplicita delle minacce.

Una busta chiusa contenente due proiettili per arma corta è stata lasciata ieri sera davanti all'abitazione di Roberto Zancan, il gioielliere di Ponte di Nanto che il 3 febbraio aveva subito un tentativo di rapina, durante la quale uno dei rapinatori era rimasto ucciso da un colpo di fucile sparato da Graziano Stacchio, il benzinaio intervenuto a difesa della commessa che era all’interno della gioielleria e che ha risposto al fuoco dei banditi ferendone uno a morte, Albano Cassol.

Nella busta, oltre al nome dello stesso gioielliere, c’era anche quello del benzinaio, Graziano Stacchio.







Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri del reparto operativo di Vicenza.

Ierisera, mentre il gioielliere era in casa con dei giornalisti di Quinta colonna di Rete 4, la moglie era ospite in studio della trasmissione. Qualcuno ha suonato il campanello di casa, Zancan è andato ad aprire pensando a conoscenti che stavano aspettandolo, ma invece degli amici ha trovato la busta contenente i due proiettili.



Questa mattina intanto verso le 10.30 sono tornati i Ris per ulteriori riscontri sul luogo della sparatoria. Sono stati fatti rilevamenti con la cordella metrica e anche con il calibro nella zona in cui sono stati sparati i colpi.







Sul posto come già da diversi giorni c'è la pattuglia dei carabinieri che con le altre forze dell'ordine è presente nel piazzale del distributore e della casa di Graziano Stacchio per 24 ore al giorno.



Ecco l'intervista al sindaco di Nanto Ulisse Borotto che parla del clima di tensione e di paura in paese, ma anche dell'eccessivo carico mediatico assunto dalla vicenda.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 24 Febbraio 2015, 07:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bandito ucciso nella rapina, busta
con proiettili per Zancan e Stacchio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 55 commenti presenti
2015-02-25 12:43:01
2015-02-24 alle 16:55:38 da purista in altre parole, per evitare che qualche snip faccia apologia di hitler (o stalin, o chi volete voi), bisogna che lo stato si comporti da hitler o stalin... si e\' sforzato molto per arrivare alla brillante conclusione?
2015-02-25 10:57:11
@collecasa tutto è possibile; dicono che anche i rom sono onesti, pensi Lei quante ne sparano Commento inviato il 2015- dicono anche che noi veneti siamo gran lavoratori... hahaha ed invece siamo gran studiosi, cioè ke ii studia a far siempre schei!
2015-02-24 20:21:01
Certi si permettono tutto. Sanno che se pescati,poco tempo dopo sono liberi.
2015-02-24 17:56:41
@it. se è per questo ci sono anche quelli che parlano di \"rifiuti\" e \"termovalorizzatori\" ma anche questi non contengono mica insulti, come fa giustamente notare Lei, e quindi vengono pubblicati anche se in realtà esprimono idee deliranti e contrarie al terzo punto della netiquette. Strano invece che abbiano pubblicato il Suo che fa notare la cosa. Cordiali saluti
2015-02-24 16:55:38
commento di it. ore 16:02 Fuori dai forum siamo in molti a fare certe apologie, solo nei forum ti censurano o ti bannano perchè si ritiene che non sia giusto scrivere certe cose.... ma parla con la gente che ha subito furti in casa, rapine e vedrai che l\'apologia di Adolf Hitler domina ovunque. Stiamo vivendo un periodo storico delicato e le istituzioni devono prevenire le dittature o le apologie ad Hitler punendo gli zingari, (e se un bandito durante una rapina armata muore è giusto così senza fare processi a nessuno) punendo i delinquenti albanesi che rubano ed investono i carabinieri. E le scuse dei delinquenti quali albanesi e zingari non hanno alcun valore, devono stare in galera per molti anni e trattati da delinquenti, niente tv e niente comodità come nelle prigioni dell\'est Europa, gli si deve fare il lavaggio del cervello a quella gente con punizioni durissime, se così non sarà l\'apologia di Hitler sarà in aumento. Che lo stato provveda ad evitare ciò tutelando il cittadino, solo così si evita l\'apologia di Hitler